De Laurentis: “Koulibaly e Higuain rimarranno. Hamisk ha chiesto un aumento dell’ingaggio”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

adl

Torna a parlare il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentis, e lo fa a “Radio Kiss Kiss Napoli“. Queste le sue parole: “Ringrazio il sindaco De Magistris per aver festeggiato la sua candidatura con indosso la maglia del Napoli. Il numero sulla schiena sta a dimostrare non che sia il numero uno, ma il portiere di questa meravigliosa città”.

Sullo stadio: “Mi sono vergognato quando giocammo la Champions per la prima volta e i presidenti delle squadre avversarie si guardavano intorno spaesati. Se De Magistris sarà al mio fianco io anticiperò un milione per agire dalla prossima settimana per quaranta giorni per rimettere a posto diverse cose. Ringrazio il primo cittadino di Napoli per i venticinque milioni richiesti al credito sportivo, anche se non arriveranno prima di novembre. C’è bisogno di alcune migliorie fondamentali per il San Paolo. Innanzitutto bisogna modificare l’impianto degli spogliatoi degli ospiti. In secondo luogo bisogna provvedere al garage d’entrata e alla tribuna autorità e quella d’onore. Infine c’è da preoccuparsi per i servizi igienici che mancano del tutto. Bisogna svilire la burocrazia e trovare accordi veloci”.

Su Koulibaly: “Non ce l’ho con lui e gli auguro di poter festeggiare tanti altri compleanni. I prossimi tre li festeggerà in azzurro, nonostante qualche piccolo intoppo contrattuale. Bisogna sempre accontentarsi perché si parla di trattative bilaterali e quando si viene meno a qualche clausola bisogna pagare delle sanzioni“. Il presidente del Napoli, poi, si sposta sul suo bomber Higuain: “Che bello vederlo segnare e gioire come se stesse indossando la maglia azzurra. E’ un fuoriclasse perché gioca per il piacere di fare gol, che rende vero ogni attaccante che si rispetti. Se le sue parole sono sincere giocherà per il Napoli almeno per altri cinque anni. Io sono pronto ad allungargli il contratto. Sono così affezionato come uomo e come calciatore al Pipita che vorrei rimanesse a Napoli per sempre”. Su Hamsik: “Il procuratore ha chiesto un ritocco all’ingaggio, ma anche noi in società abbiamo il dovere di rispettare il budget imposto a inizio stagione. Nell’immediato usciranno dalle casse almeno dieci milioni. Al momento non voglio distrarre Marek dai suoi impegni in Nazionale e quindi gli dico di stare tranquillo“. Su fantasista Insigne: “Mi auguro che giochi. Mi rivolgo a Conte sperando che lo lanci in campo. Sicuramente non se ne pentirà.

Qualche parola anche sul calciomercato: “Bisogna rinforzare il centrocampo, ma non convincerò in prima persona i giocatori che non vogliono indossare l’azzurro. Io ho scelto Napoli e rifiutato l’America dove ho una casa a Los Angeles e tanti impegni cinematografici lì. Ho visto una bella casa a Napoli per poter sfogare tutte le mie preoccupazioni. Tutte le altre società si stanno rinforzando e lo faremo anche noi. Noi non dobbiamo preoccuparci di nessuno, ed è anche giusto lasciare un po’ di mistero per tenere sulle spine i tifosi“. Infine, sull’allenatore Sarri: “Il suo rinnovo era scontato. Non ho avuto nemmeno un dubbio nel riconfermarlo“.

  •   
  •  
  •  
  •