Filippo Inzaghi ricomincia dalla Lega Pro, è ad un passo dal Venezia

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

filippo inzaghi veneziaFilippo Inzaghi è pronto a ripartire,  dopo un anno sabbatico passato a leccarsi le ferite dovute al burrascoso anno trascorso sulla panchina del Milan, , stavolta dalla Lega Pro, dall’ambizioso Venezia della coppia Perinetti- Tacopina. Inzaghi dal prossimo 1° luglio sarà un allenatore libero, visto che il suo contratto con il Milan è in scadenza il 30 giugno. L’ex bomber di Juventus e Milan ha ricevuto diverse offerte, anche dalla serie B, ma il progetto Venezia lo intriga molto e la presenza di un vecchio amico come Perinetti è una garanzia per Pippo. Inzaghi è motivatissimo da questa nuova,possibile avventura, confortato anche dal fatto che un vecchio compagno di Milan e Nazionale come Rino Gattuso ha trovato nella Lega Pro e nel Pisa un’ottima palestra. Inzaghi è nato in provincia, sa quanto è forte la passione e la voglia di calcio nelle cittadine italiane, soprattutto a Venezia, assente da troppo tempo dalle categorie che le competono. Perinetti voleva Inzaghi già a Siena, ma i due, legati da grande amicizia, di erano lasciati con la promessa di lavorare insieme prima o poi. Perinetti ha grande fiuto per i giovani allenatori, vedi l’esperienza di Antonio Conte a Bari, Venezia potrebbe essere il giusto trampolino di lancio per la carriera di allenatore di Filippo Inzaghi. Il Venezia, appena promosso dalla serie D alla Lega Pro, vuole bruciare le tappe e raggiungere la serie B il prima possibile, la fame di Inzaghi sarebbe l’ideale per  una piazza che vuole rivivere i fasti di Prandelli e Novellino e di Recoba e Maniero.

Leggi anche:  Florenzi nel mirino della Juventus: i bianconeri provano il colpo

Venezia: Favarin esonerato, Perinetti aspetta Inzaghi

Giancarlo Favarin non è più l’allenatore del Venezia queste le parole di Perinetti alla Gazzetta dello Sport: “Non è stata una decisione facile, ma è stata presa in accordo col presidente Joe Tacopina. Ci dispiace per Favarin, al quale era stato promesso il rinnovo in caso di promozione, troveremo una soluzione che lo tuteli. Inzaghi ci piace, vedremo quello che succederà nei prossimi giorni». Joe Tacopina ha un budget di 7-8 milioni di euro da investire e vuole un nome di prestigio, che sia facilmente riconoscibile all’estero (in particolare negli Stati Uniti) e che funga da traino per il marchio Venezia. Superpippo ha queste caratteristiche e Perinetti può esercitare anche un’opzione morale, non resta che aspettare qualche giorno per capire se il matrimonio Inzaghi – Venezia sarà da fare.

  •   
  •  
  •  
  •