Garcia Southampton e Mazzarri Watford: la Premier pesca in Italia

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

premier pesca in italiaLa Premier pesca in italia, è il caso proprio di dirlo, in quanto dopo l’approdo dell’ex tecnico di napoli e Inter Walter Mazzarri al Watford, anche l’ex tecnico giallorosso Rudy Garcia starebbe per firmare, secondo al stampa britannica, con il Southampton, dove prenderebbe il posto di Ronald Koeman che siederà sulla panchina dell’Everton. A darne la notizia è il Sun che spiega come le parti avrebbero già raggiunto un accordo economico di massa e quindi nella prossima Premier ci saranno sicuramente tre tecnici italiani, ovvero Ranieri, Conte e Mazzarri, e l’ex giallorosso Garcia, a dimostrazione di come l’Italia calcisticamente parlando non sia da buttare come pensano in maniera alquanto pessimistica numerosi addetti ai lavori, e questo lo si sta dimostrando anche agli Europei nonché nel campionato inglese, dove proprio un italiano, Ranieri, ha guidato la formazione che ha vinto il trofeo nazionale. Come ha recentemente spiegato Mondonico (ex tecnico di Atalanta e Torino) in una intervista riportata da sportmediaset.mediaset.it, il modulo di gioco all’italiana, con catenaccio e contropiede è tutt’altro che sparito, anzi rappresenta una nuova linfa vitale per il calcio, basta infatti guardare anche l’Atletico Madrid di Simeone, vice-campione d’Europa, che gioca un calcio molto italiano che senza dubbio l’allenatore argentino ha imparato nei trascorsi italiani con Inter e Lazio.

Leggi anche:  Khedira entra nel mirino del Milan: la Juve aspetta

“Ho goduto nel vedere la Nazionale giocare all’italiana. E’ finita la vergogna di catenaccio e contropiede, siamo i maestri a giocare così, Il futuro è questo: catenaccio e contropiede senza vergogna”.

Dichiara Mondonico in una intervista riportata su sportmediaset, dove elogia lo stile di gioco definito all’italiana affermando che noi siamo i maestri di questo tipo di gioco, che forse non sarà spettacolare ma è senza dubbio pragmatico.

La Premier pesca in Italia: Watford, e Chelsea puntano sul 3-5-2

Puntano sul 3-5-2 all’italiana sia il Watford che il Chelsea, puntando più sull’utile che sul dilettevole, completamente controtendenza rispetto alle usanze inglesi che privilegiano il calcio spettacolare al risultato. Se si pensa bene però non è la prima volta che i britannici si affidano agli italiani, era già successo con Zola che ha guidato il West Ham, e con Di Matteo, che guidò il Chelsea alla conquiste della Champions, senza escludere Mourinho, che anche se non è di scuola prettamente italiana e gioca con 4 giocatori offensivi, fa vigere la regola che per vincere non bisogna incassare gol.

Leggi anche:  News mercato Fiorentina, l'esperto di mercato Paganini: "Duello Piatek-Milik per l'attacco"

La Premier pesca in Italia: il gioco difensivo alla Garcia

Che dire di quello che potrebbe essere l’ultimo approdo ‘italiano’ in Premier? E cioè Garcia? Be vale lo stesso discorso fatto per gli altri tecnici, in quanto conosciamo per bene anche il buon vecchio Rudy, capace di incantare con i risultati ma non certo con il gioco, che non fa mai decollare, ma in fondo che importa, l’importante è vincere, non partecipare.

  •   
  •  
  •  
  •