Genoa, Preziosi e l’affare Lapadula sfumato all’improvviso.

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

galliani-preziosiLa presentazione ufficiale del nuovo allenatore del Genoa, l’ex Crotone Jurici, è servita al presidente dei Grifoni Enrico Preziosi per fare anche il punto sul mercato della formazione rossoblu.  Il numero uno della società ligure ha commentato amaramente l’affare sfumato con Lapadula, finito al Milan, e si tiene stretto almeno per ora l’attaccante Pavoletti.

Le parole di Enrico Preziosi a Sport Mediaset sul caso Lapadula.

“L’arrabbiatura passa subito, l’amarezza resta di più –  ha dichiarato Preziosi – . Non so se Galliani mi ha fatto uno scherzo ma lo chiariremo subito nel caso. L’affare era fatto, ho anche le sue scuse sul telefonino per avermi mancato di parola ma il Milan è stato più convincente sotto altri aspetti”.

Preziosi ha poi parlato di mercato a 360 gradi allontanando al momento l’ipotesi di un arrivo a Genova di Boateng.

” Per quanto riguarda Pavoletti in questo momento in cui è sfumato Lapadula è l’unico centravanti che ci da’ certezze per cui noi puntiamo su di lui, a meno che non dovessimo trovare un attaccante che ci garantisca un certo rendimento ma al momento non è sul mercato – spiega Preziosi -. Dopo Ansaldi altri affari con l’Inter? Non credo che ci sia altro. Boateng già l’anno scorso ci era stato offerto, non ne ho parlato con Juric ma non credo possa arrivare. Se Berlusconi alla fine venderà ai cinesi? Se fossi in lui non lo venderei perché ama molto il Milan e penso sia sbagliato lasciare una cosa della quale si è innamorati. Penso che alla fine non lo venderà. Ho saputo da pochissimo di Montella, gli auguro di fare meglio di quanto ha fatto alla Samp ma non sono cose che ci riguardano”.

Infine il presidente ha commentato la scelta di affidare la panchina del Grifone a Juric.

” A Pasqua c’è stata la decisione, ci siamo sentiti e ci siamo piaciuti anche se ci conoscevamo già perché Juric è stato qui sei anni. Mi aspetto che non subisca esami subito e che possa lavorare tranquillamente, noi faremo di tutto per metterlo nelle migliori condizioni. Cosa può dare in più di Gasperini? Preferirei non rispondere, ma credo che comunque ci siano delle differenze tra i due e ognuno ha la propria personalità. Forse uno ha un tipo di personalità che si accosta di più al mio modo di pensare”.

  •   
  •  
  •  
  •