Hellas Verona, D’Amico: “Chi prenderà Ionita farà un affare”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

toni salvezza

Cercherà sicuramente riscatto l’Hellas Verona dopo la retrocessione in serie B. La squadra veneta si appresta a fare le prime mosse sul mercato per consegnare a Pecchia una rosa competitiva. L’obiettivo dell’Hellas Verona è l’immediato ritorno nella massima serie. Ai microfoni di Tuttomercatoweb.com ha parlato in esclusiva Tony D’Amico, capo dell’aerea scouting dell’Hellas Verona al fianco di Filippo Fusco. D’Amico sul prossimo campionato della squadra si è così espresso: “Sarà una bella sfida, sarà un’annata importante per tutti compreso me che sarò uno strumento della società. Perché l’area scouting è uno strumento in mano al direttore sportivo e alla società, ci faremo trovare pronti nei momenti di necessità”. D’Amico ha inoltre già collaborato con Fusco a Bologna. L’intesa già messa a fuoco tra i due dirigenti potrebbe aiutare il lavoro: “Con il Direttore  c’è un rapporto professionale che continua dopo l’esperienza di Bologna, cercherò di dare il mio contributo. Parto avvantaggiato. So come vede il calcio. Ci faremo trovare pronti quando ci sarà bisogno in base alle necessità dell’annata”. Riguardo alle mosse di mercato dell’Hellas Verona, in particolare su quali mercati andrà a operare la dirigenza, D’Amico si è così espresso: “Sono specializzato in Spagna, ma anche da tante altre parti. Conta essere competitivi, poter rispettare le richieste della società. Arrivare prima per società  è fondamentale”. L’obiettivo è la vittoria del campionato anche se non è mai facile per una squadra blasonata comandare dall’inizio alla fine tra i cadetti: “L’obiettivo è fare bene, siamo consapevoli dell’importanza dell’opportunità che abbiamo. L’area scouting deve essere pronta a fornire delle risposte al direttore e all’allenatore quando verrà richiesto”. Diverse le figure cercate, ma al momento nessun colpo è stato portato a termine. A confermarlo è lo stesso D’Amico: “Questo non è compito mio. Noi siamo degli strumenti in mano al direttore sportivo. Saremo una squadra nella squadra. Poi il Direttore, che di calciatori ne conosce tantissimi, farà le sue valutazioni e sarà sempre lui a decidere“. D’Amico si è poi soffermato in modo particolare su Ionita, uno dei giocatori rivelazione dei gialloblù della passata stagione, richiesto da molti club esteri ed italiani tra cui il Napoli: “Non lo so se potrà andare in Campania. Non mi occupo di mercato. Sicuramente è un giocatore importante, chiunque lo dovesse prendere farebbe un grande affare: ha qualità atletiche e nel giro di pochi anni sarà un calciatore molto importante”. Nell’organico dell’Hellas Verona ci sarà anche Luca Toni che da poco meno di due mesi ha appeso le scarpe al chiodo per dedicarsi ad un altro ruolo: “Il nostro ex attaccante è sempre presente. Partecipa alle riunioni dell’area scouting, gli piace apprendere. Poi sarà lui a decidere il percorso più idoneo alle sue caratteristiche, per noi è una risorsa importante“. Per quanto concerne il suo futuro D’Amico non si scompone e pensa soltanto al presente: “Mi concentro sul presente. Il presente dice che ho una grande opportunità, un incarico importante e la stima della società e del direttore. Il futuro ognuno di noi se lo costruisce partendo dal presente”.

  •   
  •  
  •  
  •