Juventus, Morata torna al Real: adesso serve un attaccante di livello

Pubblicato il autore: luca giannuzzi Segui

Marotta cerca attaccante
Entra nel vivo, anche sul fronte cessioni, il mercato della Juventus: il Real Madrid ha deciso di esercitare la “recompra” per Morata, con Marotta che adesso è alla ricerca di un attaccante per rimpiazzare lo spagnolo.

TORINO – E’ arrivata nel pomeriggio del 21 giugno la conferma dell’addio di Morata alla Juventus: il Real Madrid ha infatti comunicato il volere di esercitare il diritto di riacquisto, come stabilito al momento del passaggio in bianconero dell’attaccante spagnolo, portando i bianconeri a tornare prepotentemente sul mercato delle punte. Sono tanti i nomi che girano intorno al mirino della Juventus, dei quali bisogna però valutarne caratteristiche tecniche ed economiche. Marotta è già al lavoro, vagliando una serie di alternative, più o meno costose, con l’obbiettivo di trovare giocatori funzionali al progetto di Allegri, e in particolare che portino la Juventus a vincere sia in Italia che in Europa.

TOP PLAYER, AFFARI DA 30 MILIONI – I primi nomi che sono stati avvicinati alla Juventus riguardano sostanzialmente “vecchi” obbiettivi di mercato della squadra del presidente Agnelli: Sanchez, Cavani e Goetze sono i cosiddetti top obbiettivi per rinforzare la rosa bianconera. Per l’ex Napoli e per l’attaccante del Bayern le difficoltà sono molto alte, in quanto il PSG non vuole privarsi dell’uruguaiano dopo l’addio di Ibra, e Ancelotti, neo tecnico dei bavaresi, deve ancora valutare la posizione del funambolo  Goetze. Al contrario, Alexis Sanchez sembra una pista più percorribile, nonostante la Juve debba recapitare all’Arsenal un’offerta di almeno 30/35 milioni, avendo comunque già il gradimento del giocatore. Alternative ai tre restano Batshuayi del Marsiglia, che i francesi non valutano meno di 25 milioni, e Gabriel Jesus del Palmeiras, la cui giovane età e la poca esperienza internazionale giocano a sfavore della punta carioca.

LOW COST, CIRO E KEITA’ SULLA LISTA – Detto dei “grandi” sul taccuino di Marotta, le punte a “basso prezzo” individuate dalla squadra mercato bianconera sarebbero Immobile e Baldè Keità. Se l’esterno della Lazio resta una pista decisamente secondaria, sia per caratteristiche che per prezzo del cartellino, dovendo battere la concorrenza proprio del Real Madrid, l’idea legata al rientro a Vinovo dell’ex punta del Torino sembra un’idea facilmente concretizzabile. Il “ritorno” a casa di Ciro sarebbe un’affare che conviene a tutti, al Siviglia, proprietaria del giocatore che non vede in lui un futuro in Andalusia, e per la Juventus che, sia per costi che per qualità, potrebbe ritrovarsi in squadra un attaccante che andrebbe anche a rispettare le norme imposte dalla FIGC per il prossimo campionato: ridotte le rose a 25 elementi, ciascun club deve avere giocatori cresciuti e nel proprio vivaio, e nel vivaio di un altro team italiano.

ZAZA E’ RICHIESTO, BISOGNA STRINGERE I TEMPI – Sebbene la Juventus non abbia effettivamente fretta di mettere sotto contratto il sostituto di Morata, l’assalto del Wolfsburg a Simone Zaza, già protagonista ad Euro 2016, fa tremare il tecnico Max Allegri. Con l’addio dell’ex Sassuolo e Berardi che ha deciso di restare un altro anno in Emilia-Romagna, la Juventus resterebbe solo con Dybala e Mandzukic. Per questo il telefonino di Marotta è bollente, nella speranza che ancora una volta l’ex dirigente della Sampdoria regali alla Juventus e ai suoi tifosi l’ennesimo grande colpo di mercato, con l’obbiettivo di restare competitivi tanto in Serie A, quanto nella prossima Champions League.

  •   
  •  
  •  
  •