Lazio si continua a cercare rinforzi in difesa

Pubblicato il autore: Marco Tarantino Segui

Roncaglia al Marsiglia
La Lazio si muove molto in entrata: i due reparti che richiedono maggiori interventi sul mercato sono sicuramente l’attacco, con l’addio di Klose e quello probabile di Candreva, ma anche e soprattutto la difesa, autentico tallone d’Achille della gestione Pioli nella sua seconda stagione a Roma.

I due nomi in cima alla lista del ds Tare per la nuova stagione sono due profili molto diversi: Facundo Roncaglia, difensore svincolato ex Fiorentina e Genoa, cercato anche dal Boca Juniors ma che avrebbe già dato il suo benestare al passaggio in biancoceleste, e Federico Barba, giovane centrale difensivo in forza all’Empoli. Se sul primo c’è stato subito l’ok di Bielsa, che lo aveva cercato già ai tempi in cui allenava il Marsiglia, per il secondo si attenderà la risposta del tecnico per sapere se procedere con la trattativa o restare ad un semplice sondaggio. L’altro centrale difensivo del reparto sarà De Vrij, su cui Bielsa punta davvero molto: la Lazio non può prescindere da uno dei migliori difensori del nostro campionato e dell’ultimo mondiale. Dopo l’operazione toccherà di nuovo a lui guidare la retroguardia di Bielsa: in bilico ci sono invece Gentiletti, argentino come El Loco, che potrebbe trovare nuovamente fiducia, Hoedt, troppo statico forse per Bielsa, Mauricio, già dato per partente.
Resterà invece, stando alle ultime voci arrivate da Formello, Radu, che potrà essere impiegato con centrale sinistro nella difesa a tre e può essere impiegato anche in una difesa a quattro: la sua duttilità lo renderà un jolly molto importante. Konko invece saluterà, non gli sarà rinnovato il contratto e cercherà fortuna al Milan o al Genoa o alla Fiorentina, che hanno bussato alla porta del suo agente per averne notizie, dopo l’ottima stagione conclusa con la Lazio.
Dusan Basta invece dovrebbe restare al suo posto, vista la sua adattabilità a giocare anche come esterno in un centrocampo a 5 o come terzino: stesso discorso per un terzino/centrocampista centrale/esterno Senad Lulic. Il bosniaco troverà spazio grazie alle sue doti di corsa: potrebbe essere un jolly utile per tappare i buchi, ma anche e soprattutto per l’equilibrio che riesce a dare alla manovra della squadra. Come con Pioli dovrà trovare continuità con Bielsa. Ansaldi invece è ufficialmente sfumato, visto che ieri ha svolto le visite mediche con l’Inter e giocherà per Roberto Mancini nella prossima stagione.

Leggi anche:  Lazio, Hoedt multato per il video sull'aereo biancoceleste

Possibile che ci sarà anche un innesto di qualità in difesa oltre ai due nomi di Roncaglia e Barba: i nomi dei fedelissimi del loco sono molti. Molto dipenderà anche dalla cessione di Candreva: con la sua partenza i soldi saranno sicuramente investiti nell’attacco alla ricerca di una punta centrale o forse anche due, ma parte potrebbe essere usata anche per la difesa. I nomi per il ruolo di centravanti sono sempre tre: si parla di Lapadula in netta discesa (quasi sfumato), stesso discorso per Pavoletti (che aspetta il Milan) mentre Immobile, Pellè e Llorente hanno già ricevuto il benestare di Bielsa. Tra questi tre nomi verrà fuori quello dell’attaccante che guiderà l’attacco della Lazio nella stagione del riscatto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: