Lite Galliani-Preziosi: la pace può portare altri affari tra Milan e Genoa

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui

galliani-preziosi
È solo un’incomprensione. In fondo, fra vecchi amici può capitare. Insomma, ci sta. Il pomo della discordia è Gianluca Lapadula, fresco acquisto del Milan. I due litiganti, invece, sono Adriano Galliani ed Enrico Preziosi. Il patron rossoblù non ha gradito il gesto dell’amico e amministratore delegato milanista, che gli ha soffiato il centravanti sotto il naso. Preziosi, infatti, cullava l’idea di prendere Lapadula per 9 milioni e di vendere al doppio Leonardo Pavoletti al Milan.

Ma Galliani, come detto, lo ha spiazzato. Nella giornata di giovedì i due hanno avuto un confronto al telefono piuttosto acceso. Il dirigente rossonero, con ogni probabilità, ha valutato eccessivo il costo del cartellino di Pavoletti (18 milioni), virando sul più giovane ed economico Lapadula. Ma attenzione: spegnere i riflettori sull’attaccante del Genoa sarebbe un errore. Strada facendo, infatti, Galliani potrebbe tendere la mano all’amareggiato Preziosi, portando al Milan anche il 27enne livornese. Il Milan può cedere molti dei suoi attaccanti e, dopo l’acquisto di Lapadula, la scelta è ricaduta da tempo su Pavoletti che costa 15 milioni. I rossoneri sono intenzionati a prenderlo ma prima bisogna cedere. Se partissero due attaccanti si potrà dare l’assalto anche a Vazquez. Pavoletti è il primo obiettivo, un altro è Circo Immobile, il quale è ambito da tante squadre. Il Siviglia può cederlo e il Milan lo considera una buona alternativa. In uscita invece vanno registrate le dichiarazioni del fratello e agente  di Jeremy Menez, vero e proprio punto interrogativo nella rosa del Milan, che dovrebbe salutare a fine stagione. Ecco le parole di Kevin Menez: “Se Jeremy andrà via? Posso dire che nel calcio tutto è possibile. Offerte da Cina e Francia? Ha tante richieste, vedremo”.

Molto, sicuro, dipenderà dal sistema di gioco: avere Lapadula e Pavoletti in un 4-3-3 sarebbe forse uno spreco, ma in un 4-3-1-2 (tanto caro a Brocchi, Giampaolo e soprattutto presidente Berlusconi) i due potrebbero anche coesistere. La vicenda potrebbe svilupparsi partendo dalla cessione di una punta rossonera al Grifone: i nomi sono quelli di Suso, Niang o Matri, giocatori che tra l’altro, in passato, hanno già indossato la maglia rossoblù. Con l’inserimento di una contropartita, il prezzo di Pavoletti si dimezzerebbe.

  •   
  •  
  •  
  •