Mercato Juve, Lichtsteiner saluta arriva De Sciglio

Pubblicato il autore: Domenico Margiotta Segui

juve pjanic jmedical


Lichtsteiner saluta arriva De Sciglio. Fabio Paratici e Giuseppe Marotta sono al lavoro, continuo e paziente, per consegnare al tecnico Max Allegri una rosa competitiva e completa in ogni reparto già per il raduno estivo. Con gli arrivi di Miralem Pjanic e Dani Alves , la partenza di Padoin e la volontà di giocare di Stephan Lichtsteiner, costringono gli uomini di mercato bianconeri agli straordinari. Se la fascia sinistra bianconera ha dimostrato di avere tutto per poter vincere, con Patrick Evra e il brasiliano Alex Sandro, quella di destra ha dimostrato evidenti pecche da colmare, frutto dell’infortunio del terzino svizzero e di un Cuadrado sacrificato in un ruolo non propriamente suo. Ecco perché in casa Juve si parla molto di Mattia De Sciglio, esterno giovane titolare nel Milan e nella Nazionale di Antonio Conte, e alternativa perfetta all’esterno brasiliano ex blaugrana. Mattia fino a qualche stagione fa sembrava un predestinato, visto che aveva debuttato perfino in Champions League a soli 18 anni nel 2011. Da allora il giovane esterno è diventato titolare dei rossoneri, compiendo una escalation anche nella Nazionale maggiore.

Leggi anche:  Milan, Pioli è negativo al Covid: può tornare in panchina

Lichtsteiner saluta arriva De Sciglio. Le qualità del giocatore sono indiscutibili: è duttile, visto che può giocare sia a destra che a sinistra, ha spiccate doti atletiche e tecniche, e attitudine a coprire ambo le fasi di gioco. Nelle scorse settimane gli emissari della Vecchia Signora avevano sondato il campo, e oggi le due società sono molto vicine: il Milan chiede per il cartellino del giocatore 10 milioni di euro. L’offerta della Juve si attesta a 7, ma sembra molto probabile che le parti trovino un accordo. Intanto i dirigenti bianconeri vagliano altre cessioni per fare cassa, smaltire i giocatori di troppo e cementificare una rosa già di per sé di alto livello. I nomi caldi per una possibile cessione vanno dal centrocampista francese Lemina, molto apprezzato da Claudio Ranieri e dal Leicester, Pereyra, anche per lui ci sono sirene inglesi, e Asamoah, fortemente richiesto dal Chelsea del nuovo tecnico Antonio Conte. Mentre si cerca un altro centrocampista polivalente, di livello internazionale, giovane e di belle speranze (il portoghese Andrè Gomes del Valencia su tutti), si pensa molto ad un difensore centrale (Benatia del Bayern Monaco il primo obiettivo) e ad una punta che possa sostituire senza far rimpiangere Alvaro Morata.

Leggi anche:  Fiorentina, all-in su Piatek per gennaio

 

  •   
  •  
  •  
  •