Mercato Juve, richiesta al Real Madrid per Pogba? 120 milioni più Kroos!

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

pogba francia

Mercato Juve, ecco la richiesta dei bianconeri al Real Madrid per Pogba. Dalle prime pagine dei giornali alle critiche, a tratti forse anche eccessive. Paul Pogba, simbolo della Francia ed Euro2016, paga a carissimo prezzo il deludente debutto europeo contro la Romania travolto, probabilmente, anche dalle voci di calciomercato che girano sul suo conto proprio in questi giorni. In tal senso peraltro, secondo quanto riporta ‘Marca’, il Real Madrid non avrebbe alcuna intenzione di allentare il pressing sul giocatore ma la Juventus dal canto suo sembra intenzionata a tenere duro tanto da rilanciare con una contro-proposta ai limiti del fantascientifico. I bianconeri infatti per cedere Pogba a Florentino Perez oltre a 120 milioni cash avrebbero chiesto anche il cartellino di Toni Kroos, forte centrocampista tedesco il cui posto nell’undici del Real verrebbe occupato proprio da Pogba. Il Real Madrid al momento starebbe tergiversando ma potrebbe valutare la cosa e rilanciare in tal senso anche perchè il centrocampista tedesco al momento non risulta essere uno degli elementi considerati incedibili dai Blancos. Discorso rimandato al termine degli Europei di Francia. Lo stesso Paul Pogba al momento cerca di restare concentrato solo sugli stessi Europei anche perchè, in fondo, pure Platini nel 1984 non fu certo protagonista durante la prima uscita degli Europei e finì nel mirino delle critiche, salvo trascinare la Francia alla vittoria finale qualche settimana dopo.

In difesa di Pogba, che d’altronde ha appena 23 anni, scende intanto in campo il compagno e amico Patrice Evra che al termine della gara contro la Romania ha ammesso: “Tutti si aspettano sempre tantissimo da Paul. Lui stesso non era contento della partita, l’ho notato dall’espressione scura del volto. Ma con una bella cena e due risate tra amici gli passerà tutto. D’altronde abbiamo vinto. Sentivamo tutti una grande pressione, è normale quando affronti un esordio in una grande manifestazione in casa. E Paul l’ha sentita più tutti la pressione, con quelle enormi aspettative su di lui. Deve stare tranquillo, sono fiducioso: lui è un fenomeno. Crescerà, sarà fondamentale per la Francia, l’Europeo è lungo. L’importante è cominciare a pensare che la stella sia la squadra, non il singolo”. Neanche se si chiama Pogba.

  •   
  •  
  •  
  •