Milan-Genoa: Pavoletti salva Galliani e Preziosi

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

LAPR0190-055-k0uH-U140295404352SYG-620x349@Gazzetta-Web_articolo
Asse Milan-Genoa infuocato negli ultimi giorni. A quanto pare Enrico Preziosi non ha gradito la mossa dell’amico Galliani di “scippargli” Lapadula. Tutto potrebbe, però, essere risolto da un altro attaccante.

A volte anche tra i migliori amici possono esserci delle incomprensioni che, però, non deteriorano quei i rapporti che sono alla base di tutto. Questo è quello che negli ultimi giorni sta vivendo anche l’asse Milan-Genoa con Enrico Preziosi che non avrebbe gradito la scelta dell’amico di sempre, Adriano Galliani, di soffiargli da sotto il naso Gianluca Lapadula, corteggiato dai grifoni per poi sposare la causa rossonera.
Si vocifera, infatti, che nella serata di giovedì ci sia stata un’accesa telefonata tra l’amministratore delegato del Milan e il patron del Genoa, il quale credeva di tesserare l’attaccante del Pescara per poi vendere Leonardo Pavoletti ai rossoneri.
La storia, però, ci ha detto che il Milan ha preferito tesserare Lapadula ritenendo troppo alto il costo del cartellino di Pavoletti il cui valore di mercato si aggira sui 18 milioni di euro. Tutto ciò, come preventivabile, non è stato ben digerito da Preziosi il quale ha ritenuto la mossa del suo amico di sempre un colpo basso.
Per tutto, ovviamente, c’è sempre un rimedio, infatti lo stesso Pavoletti potrebbe essere il salva-amicizia tra i due in quanto gli interessi del Milan verso il forte centravanti di Livorno non sono affatto diminuiti e in breve tempo in casa Genoa potrebbe arrivare un’offerta importante.
L’idea di Adriano Galliani, infatti, sarebbe di non pagare l’intera quota del cartellino ma arrivare alla somma richiesta da Preziosi anche grazie a contropartite tecniche, ovvero quei giocatori di interesse rossoblu che potrebbero scegliere tra Alessandro Matri, di rientro a Milanello, Suso e M’Baye Niang.
In pratica, quando si parla di trattative, l’asse Milan-Genoa è sempre pronto a regalare sorprese grazie alle quali anche il rapporto d’amicizia tra Preziosi e Galliani potrebbe ritenersi ben saldo soprattutto se si considera che i colpi bassi fanno parte del lavoro e della dura legge del calciomercato.

  •   
  •  
  •  
  •