Milan, Giampaolo appare più vicino alla panchina rossonera

Pubblicato il autore: Simone Satragno Segui
231244262-c596e3aa-1794-4212-be1f-68729f089c7b
Giampaolo e il Milan. Un matrimonio che appare sempre più vicino negli ultimi giorni. Giovedì pomeriggio, a Milano, c’è stato un importante incontro tra Nicholas Gancikoff (advisor dei cinesi disposti a investire nel club rossonero) e Marco Giampaolo. Un summit importante e significativo al quale era presente anche Adriano Galliani in rappresentanza del Milan attuale. L’ipotesi legata all’ex mister dell’Empoli si materializzerebbe solo se il Milan passasse al gruppo cinese. Qualora il sodalizio rossonero restasse italiano, l’allenatore sarà ancora Christian Brocchi. In caso di arrivo di mister Giampaolo, al Milan dovrebbe arrivare anche Marcello Carli, attuale ds dell’Empoli che sarebbe il trade union tra società, allenatore e squadra.

Probabimente i cinesi vogliono portarsi avanti col lavoro, forse perché la trattativa ha preso una strada giusta, oppure perché, ipotesi meno probabile, ci sarà un ulteriore prolungamento dell’esclusiva oltre il 30 giugno. Finché ci sarà l’esclusiva, ogni decisione andrà condivisa, e il Milan avrebbe l’obbligo di concordare l’allenatore con il gruppo cinese. L’allenatore scelto dai cinesi è Giampaolo e credo vada bene anche al Milan. Viceversa, nel caso che Berlusconi dicesse no, il Milan resterebbe nelle mani di Cristian Brocchi, il quale sta ià lavorando sulla prossima stagione. Resta da capire cosa vorrà fare il presidente Berlusconi, il quale è davanti ad una scelta epocale, sostenere il Milan con le sue forze oppure rimanere come presidente onorario.

Qualora allora la scelta dovesse ricadere su Giampaolo, si adotterebbe il 4-3-1-2, modulo tanto caro al presidente Silvio Berlusconi e già sperimentato con successo nella scorsa stagione a Empoli. Per farlo, però, il tecnico 48enne avrà bisogno di un trequartista puro, come Riccardo Saponara o Franco Vazquez, tanto per citare due calciatori accostati proprio al Milan. Al suo “dieci”, Giampaolo chiede soprattutto qualità: uno contro uno, assist, capacità di attaccare la profondità. Insomma, dev’essere un top.

Insomma, il tempo stringe e il Milan è già notevolmente in ritardo. Non a caso, Fininvest e gli investitori cinesi stanno discutendo della cifra da stanziare per la campagna acquisti. Da lì in poi scatteranno le operazioni, come quella che potrebbe vestire di rossonero il trequartista del Palermo, Franco Vazquez, uno dei primissimi obiettivi di Galliani.

  •   
  •  
  •  
  •