Tutti vogliono Lapadula, ma Sebastiani apre al Napoli: “Piazza gradita, Sarri tirerebbe fuori il suo meglio”

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi Segui

Lapadula alla Juventus?

Si è rivelato essere la sorpresa dell’anno nella Serie B e non solo. Capocannoniere e trascinatore di una squadra alla soglia della promozione nella massima serie. Oggetto di interesse di prestigiosi club di Serie A e della Premier. Non posso che riferirmi al numero dieci del Pescara: Gianluca Lapadula. Attaccante classe ’90 con una passato nelle giovanili della Juventus, nella stagione 2015/2016 ha collezionato nel club abbruzzese 45 presenze, mettendo a segno la bellezza di 30 gol che gli sono valsi la nomina di capocannoniere della B. Ancora impegnato nella disputa dei play-off che vedono la sua squadra favorita per la Serie A, soprattutto dopo la vittoria nel match di andata sul Trapani per 2-0 in cui lo stesso Lapadula si è reso protagonista di una rete, il giocatore piemontese è nel mirino di diversi club che sono disposti a mettere sul piatto offerte particolarmente allettanti. Tra tutti spiccano il Napoli e la Lazio, entrambi alla ricerca di un bravo attaccante che potrebbe essere un valido sostituto di Gonzalo Higuain, nel primo caso, e che garantirebbe almeno dieci gol nel secondo. Su di lui anche l’interesse della Premier League, in particolare dal Leicester.
Come già detto, però, l’impegno dei play-off non permette all’attaccante di poter concentrarsi sul futuro e di valutare le varie opportunità che gli si stanno ponendo davanti gli occhi. Tuttavia, a fare le sue veci e a chiarire o smentire i vari rumors che investono ogni giorno il giocatore, ci pensa il presidente del Pescara Daniele Sebastiani che, ai microfoni di Radio CRC, ha dichiarato: “Quando il campionato terminerà parlerò con Lapadula e l’entourage del suo futuro. Ci sono tante richieste, anche dall’estero, ma mi auguro che resti nel campionato italiano in caso di cessione. In questi giorni non ho sentito De Laurentiis, non prima di ieri sera. Prima della partita Aurelio mi ha mandato un sms con il suo personale in bocca al lupo: mi ha fatto davvero piacere perchè ha dimostrato di tenerci al Pescara”. Poi, il patron abruzzese ha sciolto ogni dubbio sulle volontà del bomber ventiseienne: “Per Gianluca la piazza partenopea è gradita anche perchè il tecnico Sarri saprebbe tirar fuori tutte le sue qualità. Confermo che non gli dispiacerebbe giocare con il Napoli, e a parità di condizione noi seguiremo la volontà del calciatore: spetterà a lui l’ultima parola”.

“Ero sicuro che non ci avrebbe abbandonati in questa fase cruciale della stagione, anche se avevo paura di una possibile chiamata dell’Italia di Conte. E’ un discorso egoistico, mi dispiace per il ragazzo, ma fa piacere averlo con noi in queste due gare fondamentali per la promozione in Serie A. Ora manca l’ultimo passo, quello più difficile. Dobbiamo frenare l’euforia, rispetteremo il Trapani senza avere paura di nessuno: conosciamo la nostra forza”- ha ammesso Sebastiani mettendo in luce il gesto importante e significativo di Lapadula nel rifiutare la chiamata del Perù  ai fini della Coppa America, dal momento che possiede la doppia nazionalità. Dunque, l’esercito guidato da Oddo a breve potrebbe varcare la soglia della massima serie e confrontarsi con le grandi grazie alle prodezze del suo numero 10. Chissà se nella prossima stagione Lapadula sarà ancora un loro alleato o un nemico da battere?

Leggi anche:  Donnarumma-Psg: è quasi fatta

 

  •   
  •  
  •  
  •