Calciomercato estero, Mario Gomez: “Lascio il Besiktas per il golpe in Turchia”

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
Mario Gomez col Besiktas

Mario Gomez col Besiktas


Mario Gomez
lascia il Besiktas. Il tedesco, di proprietà della Fiorentina, motiva la sua scelta su Facebook, citando il mancato golpe avvenuto pochi giorni fa’ in Turchia che continua a lasciare strascichi e ripercussioni sui golpisti e sulla privacy del popolo turco.
Gomez, era in Turchia dall’anno scorso, in prestito dalla Fiorentina. La società viola, dopo le due deludenti stagioni a Firenze, aveva deciso di farlo svernare e di concedergli un’esperienza altrove. La sua stagione al Besiktas è stata esaltante, 28 gol in 43 presenze, numeri da grande attaccante.
L’attaccante, campione del mondo nel 2010, ha partecipato agli Europei di Francia 2016 con la Germania, segnando 2 goal. La sua carriera aveva raggiunto la fama tra il 2010 e il 2013, nel Bayern di Monaco. Nei suoi 4 anni al Bayern, ha segnato 113 gol in 174 partite, prima dello sfortunato passaggio ai Viola. Ha vinto anche tanto in Germania: 2 Campionati, 2 Coppe di Germania ed una Champions League (2012-2013). Mario Gomez dopo l’addio al Besiktas, tornerà alla Fiorentina, che deciderà il suo futuro. Impossibile che resti a Firenze; i Viola voleva già venderlo al Wolfsburg ma Gomez non sembra entusiasta dell’idea ed ha rifiutato. Non ci sono, al momento, altre offerte per il prolifico attaccante. La rinuncia a continuare a giocare in Turchia, porterà la Fiorentina a trovare un accordo col giocatore.

Leggi anche:  Haaland-Juventus, il padre del norvegese: "Ecco perché mio figlio rifiutò i bianconeri"
gomez fiorentina

Gomez negli anni alla Fiorentina 

      Le parole di Mario Gomez ai tifosi

E’ stata una decisione difficile, su cui ho dovuto riflettere parecchio. Devo dire a voi fan del Besiktas che è molto arduo per me non giocare più in questo grande club, di fronte a voi splendidi fan in questo stadio unico. La decisione riguarda fortemente la situazione politica. Non ci sono ragioni sportive o altre ragioni che mi hanno convinto a prendere questa decisione. E’ legata, semplicemente, ai terribili eventi che sono successi negli scorsi giorni. Spero che lo capiate!

Desidero ringraziare il club, voi tifosi e tutta la gente con la quale, io e la mia famiglia abbiamo passato bei momenti insieme! Spero che i problemi politici si risolvano nella maniera più pacifica e soprattutto presto. In questo modo, sarebbe per me grande desiderio tornare a giocare per il Besiktas ancora! Il club e la città sono cresciuti accanto al mio cuore lo scorso anno. Spero di vedervi ancora, presto”.

  •   
  •  
  •  
  •