Calciomercato: la situazione delle big d’Europa

Pubblicato il autore: Lorenzo Iuso Segui


Oltrepassato metà luglio, si entra in una fase calda del calciomercato. Fino ad ora, però, le big d’Europa sembrano aver già piazzato i colpi principali ad eccezione di qualche squadra. Andando ad analizzare ogni campionato vediamo le mosse delle big:

Premier League

La regina del campionato inglese è stata fino ad ora il Manchester United che ha voluto accogliere il nuovo tecnico Jose Mourinho con colpi di prima classe: Ibrahimovic, Mikhytarian e Bailly.

Tre colpi che potenziano notevolmente il reparto offensivo dei Red Devils. Il quarto colpo potrebbe essere il tanto vociferato Paul Pogba anche se un difensore di spessore servirebbe maggiormente di fronte ad una difesa non solidissima. Il City di Guardiola si è attrezzato con due colpi: il tedesco Gundogan, ex Dortmund, a dare quantità e qualità a centrocampo e l’ala spagnola Nolito. Il Chelsea di Conte, invece, ha assestato due colpi (costosi): il giovane attaccante belga Michy Batshuayi e l’ex mezzala del Leicester, N’Golo Kante. Nelle ipotetiche top 4 della Premier, l’Arsenal si è limitata all’acquisto di Granit Xhaxa per 42 milioni.

Leggi anche:  Eriksen-Inter: ecco quanto hanno sborsato i nerazzurri per acquistarlo

Ligue One

Il campionato francese, più di qualsiasi altro, è monopolizzato dal Paris Saint Germain. I parigini sono l’unico club capace di fare acquisti di spessore mentre gli altri stanno a guardare. Per il nuovo allenatore Emery sono arrivati il mediano polacco Krychowiak per 33 milioni di euro, il giovane trequartista argentino Lo Celso, il terzino belga Meunier e un colpo a parametro zero, Ben Harfa. Si può dire che attualmente il Psg non ha ancora assestato un acquisto importante, sopratutto a livello economico.

Liga BBVA

La Liga sembra essere il campionato più fermo nel mercato. Real Madrid e Barcellona non hanno ancora fatto colpi importanti come sono soliti fare. Il Real si è limitato a esercitare la recompra dell’ex Juve Alvaro Morata mentre il Barca, stranamente a quanto è solito fare, si è occupato dal reparto difensivo con gli acquisti Digne e Umtiti. Protagonista per ora del mercato spagnolo è il Siviglia del neo tecnico Sampaoli. Di fronte a cessioni importanti (Krychowiak e Banega), il Siviglia ha comprato 2 trequartisti, Ganso e Correa, e una seconda punta, l’ex Palermo Franco Vazquez. Da sottolineare anche l’arrivo in mediana (in prestito) di Kranevitter dall’Atletico Madrid.

Leggi anche:  Milan su Thauvin, Maldini: "Giocatore che va seguito, economicamente interessante"

Bundesliga

Il campionato tedesco come quello francese vede la presenza di un Monopolio nel mercato estivo. Il Bayern si è potenziato ulteriormente con l’arrivo di Renato Sanches, fresco campione europeo col Portogallo, e di Mats Hummels. L’acquisto forse più importante è però quello di Carlo Ancelotti in panchina, tecnico di fama internazionale. Il Borussia Dortmund sta trattando nelle ultime ore per il ritorno di Mario Gotze e l’acquisto di Schurrle dal Wolfsburg. Nel frattempo, nelle ultime settimane aveva perfezionato l’acquisto di Marc Bartra e Raphael Guerrero. Il gap però tra Bayern Monaco e le altre squadre sembra crescere ancora.

Serie A

Infine, si arriva al nostro campionato dove la Juventus sta alzando il proprio livello tecnico mentre le altre italiane faticano a trovare giocatori. Con l’acquisto di Benatia, Dani Alves e Pjanic la Juve si presenta all’ inizio del campionato con un gap enorme dalle altre squadre. La Roma ha assestato qualche colpo (Mario Rui e Juan Jesus) ma la cessione di Pjanic ad una diretta concorrente è pesante. Lo stesso vale per il Napoli che se davvero sarà costretto a cedere Higuain alla Juve per la cifra monstre di 94 milioni si depotenzierà di parecchio. Juventus regina del mercato estivo italiano e (forse) europeo.

  •   
  •  
  •  
  •