Calciomercato Milan, Berlusconi domani sarà dimesso dall’ospedale: pronto il contratto con i cinesi. Arriva Gomez?

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

Gomez
Ormai sembra fatta! Si aspetta solo che Silvio Berlusconi venga dimesso dall’ospedale per formalizzare la cessione dell’80% del pacchetto azionario dell’A.C. Milan al gruppo cinese rappresentato da Sal Galatioto e da Nicholas Gancikoff. E, secondo quanto riportato oggi da “La Gazzetta dello Sport”, le dimissioni dovrebbero avvenire proprio domani. Sarà comunque necessaria per il Presidente una fase di ulteriore riabilitazione da effettuare tra le mura domestiche. Ma, da quanto riferito attraverso la stampa o dichiarato dal medico personale dott. Zangrillo, le condizioni dell’ex premier sarebbero soddisfacenti. Ecco, quindi, considerato quanto Berlusconi voglia personalmente dare il nulla osta definitivo alla cessione, scaturire le ipotesi di una conclusione anticipata degli accordi rispetto alla data ultima prevista del 15 luglio.
Intanto continuano i contatti tra Vincenzino Montella e Adriano Galliani, finalizzati alla costruzione della squadra della rinascita rossonera. Ai nomi in elenco nel Calciomercato Milan si è aggiunto, per volere di Montella, quello di Mario Gomez, il 33enne attaccante tedesco della Fiorentina e della nazionale tedesca. Rientrato tra i gigliati dopo la parentesi al Beşiktaş e 26 gol realizzati nel campionato turco, sembrerebbe non rientrare nei piani di Paulo Sousa. La Fiorentina sarebbe disposta a cederlo, considerato anche il consistente ingaggio percepito dal tedesco (5,5 milioni di euro). Oltre alla notizia sull’interesse verso Mario Gomez, il “Corriere dello Sport” riferisce anche del perdurare del tentativo di far vestire la maglia rossonera a Marko Pjaca, oggetto del desiderio di tante squadre italiane, dato nei giorni scorsi sicuro acquisto dell’Inter.
Si sarebbe, invece, offerto al Milan una vecchia conoscenza del pubblico di San Siro, sponda nerazzurra, l’olandese Wesley Sneijder, in rotta con il Galatasaray. Sneijder, 32 anni, potrebbe essere l’alternativa o il complemento a Vazquez nel centrocampo di qualità richiesto da Montella. Ma non sono svanite ancora le possibilità di riportare al Meazza un altro ex nerazzurro, il croato Kovacic, centrocampista in forza al Real Madrid, stimato molto dall’”Aeroplanino”.
Altri nomi nel mirino di Montella, in circolazione da parecchi giorni, sarebbero quelli di Leandro Paredes, 22enne centrocampista della Roma, valutato dalla dirigenza giallorossa 6 milioni di euro, e di Piotr Zieliński, anche lui 22enne, di proprietà dell’Udinese, con valore di mercato di circa 12 milioni di euro, che interessa molto anche il Napoli.
Anche Roberto Soriano, 25enne centrocampista della Sampdoria, potrebbe far bene alla corte di Montella, come Fernando, sempre centrocampista blucerchiato, di 24 anni, con una valutazione di 10 milioni di euro.
Per finire l’elenco, si riferisce anche dell’interesse sempre vivo verso Adem Ljajic, l’attaccante bosniaco del ’91, di proprietà della Roma, con una valutazione di mercato pari a 15 milioni di euro e verso Franco Vazquez, il 27enne, trequartista argentino, che ben si adatta a giocare pure da seconda punta. Ma la richiesta di Zamparini di 25 milioni di euro non fa decollare la trattativa.
L’impressione è che, definito l’accordo con i cinesi, possano finalmente concretizzarsi quelle manovre di mercato che consentano al Milan di riacquistare un posto di primo piano in Italia ed in Europa. Intanto l’aver ritrovato Mattia De Sciglio, rigenerato dall’ottimo campionato europeo disputato, permette ai tifosi rossoneri di guardare al futuro con minore apprensione.

  •   
  •  
  •  
  •