Calciomercato Milan: tante cene ma zero acquisti

Pubblicato il autore: Collu Luca Segui

Calciomercato Milan: Adriano Galliani ha perso la sua migliore qualità

Calciomercato Milan: adriano galliani spende solo per le cene
Calciomercato Milan.
C’era una volta Adriano Galliani, Amministratore delegato dei rossoneri, capace di concludere, con una delle sue famose cene, affari grandissimi.
Poi arrivò il primo fallimento che ha segnato la sua scomparsa..

Calciomercato Milan: il triste ricordo Tevez.

Trattativa per Tevez ormai conclusa, mangiata e foto con l’attaccante ed il suo agente e contratto stampato.
Pato era vicino al trasferimento al Psg per 30 milioni di euro, la cifra richiesta per Carlitos, ma saltò tutto.
Il Milan decise di non acquistare più il fuoriclasse argentino che andò alla Juventus, facendo la fortuna del club torinese e lasciando ai rossoneri un giocatore sempre e solo infortunato.
Da quel giorno, cercasi Adriano Galliani.

Calciomercato Milan: i grandi affari recenti

Il condor, capace di portare Ibrahimovic e Thiago Silva a milanello per prezzi stracciati, affarista che portò Robinho nell’ultimo giorno di mercato, ha smarrito la sua dote di opportunista.
Ormai i suoi più “grandi” acquisti son stati perlopiù parametri zero e non garantiti: Alex, Mexes, Menez, solo per citarne alcuni, sono arrivati a San Siro e cacciati o in procinto di essere venduti al primo club che si fa avanti.

Calciomercato Milan: la delusione delle ultime sessioni di mercato

Gli affari deludenti, come quelli di Destro, Bertolacci, Boateng(il ritorno); la cessione di El Shaarawy ad un prezzo misero e che ha portato ad una minusvalenza, sono le cose che rimbombano nella testa dei tifosi.
L’arrivo dei cinesi porterà una ventata di freschezza a quella società che ormai non può più contare sui suoi uomini storici: sia probabilmente per l’età, sia perchè non in grado di adattarsi al calcio moderno.

Calciomercato Milan: l’ultimo grande fallimento

L’anno scorso Adriano Galliani poteva contare su un budget da 100 milioni di euro.
30 fu pagato Bacca, 20 Bertolacci, 25 Romagnoli, 8 per Kucka e Luiz Adriano, Josè Mauri e il ritorno di Balotelli a 0.
Di questi il centrocampista sloveno, il difensore italiano e la punta colombiana(giustamente in partenza perchè vuole le coppe europee) hanno mostrato, in minima parte, di essere degni di far parte del Milan.
Gli altri soldi sprecati e spesi per rinforzare settori sbagliati o finanziare le altre squadre.

Calciomercato Milan: flop cena a Zagabria per Pjaca e nessuno sviluppo nella trattativa per Musacchio.

E’ stata celebre la foto tra il procurato del talento croato e l’amministratore delegato rossonero.
Grandissima mangiata conclusa con Pjaca che firma per la Juventus.
Tante chiacchiere, ma l’unico arrosto era quello sul piatto del milanista.
Queste settimane si parla con insistenza su Musacchio, ma nessuna trattativa ufficiale, nessuna dichiarazione e nessuna mossa fatta.
Solo tante parole, tanti viaggi e tante delusioni.
Il Milan ha bisogno di fatti, ha bisogno di giocatori che facciano la differenza, che sappiamo cosa voglia dire essere grandi e che vogliano volerlo.
C’è bisogno di giocatori che diano alla squadra l’anima, che sudino la maglietta in ogni centimetro.
Un giorno il Milan tornerà grande, ma l’unica speranza dei sostenitori rossoneri e che non sia poi cosi lontano.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: