I segreti del Calciomercato: i procuratori padroni del nuovo calcio

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui

Intraprendiamo un viaggio alla scoperta dei segreti del calciomercato: figure e ruoli dei personaggi più importanti che occupano le prime pagine dei giornali per tutto il periodo estivo.
Ecco tutto quello che c’è da sapere sul calciomercato e i suoi segreti…

image

Parte 2) I procuratori, ovvero i nuovi padroni del calcio, e i moderni sistemi di pagamento…

Ogni Direttore sportivo ha i suoi canali privilegiati: è noto che Walter Sabatini privilegia il Sudamerica, così come Pantaleo Corvino i Balcani e Paesi dell’Est,  mentre mondo a parte è quello di Giuseppe Marotta che potendo contare su ingenti disponibilità economiche compra ovunque ci siano campioni o potenziali tali con un occhio attento alla Francia (Lemina, Coman e Pogba).

A livello internazionale, invece, Jorge Mendes e Giovanni Branchini spostano decisamente l’asse dei grandi campioni, i cosiddetti calciatori top.

I trasferimenti top di Mourinho, Ronaldo, Falcao degli ultimi anni è opera loro.

Se l’Italia è fuori dai trasferimenti dei top players per carenza economica, Galliani conta sull’amicizia con Mino Raiola per piazzare di tanto in tanto qualche colpo: anni fa i trasferimenti di Ibrahimovic e Balotelli al Milan sono stati resi possibile proprio da questa alleanza mentre il decesso di Ernesto Bronzetti avvenuto questo inverno ha privato l’Italia di una preziosa sponda con la Spagna: Kakà, Rivaldo e Ronaldinho al Milan di Galliani sono arrivati proprio grazie a lui.

Attenzione, però, perché ora si sta aprendo un varco importante : la Cina.

I mediatori e i procuratori strizzano sempre più l’occhio al nuovo mercato emergente e ai soldi – tanti – che circolano nelle arre asiatiche.

Diamanti, Gilardino, Hulk, Guarin e ancor prima Zaccheroni e Lippi, hanno già testato il mondo orientale a suon di dollari, così come l’Inter e il Milan diventati di proprietà cinese.

Di loro sentiremo ancora parlare…

Il calciomercato è però anche business

I sogni e il desiderio dei tifosi di conoscere in tempo reale lo stato delle trattative ha spinto le televisioni e i mass media a investire sempre più energie nel settore.

Sono spuntati, quindi, siti e trasmissioni specializzate che sono seguitissime: al centro ci son sempre loro, ovvero i procuratori e i mediatori che rilasciano interviste ora a questo, ora a quell’altro magazine e alle trasmissioni gestite da ex calciatori o giornalisti oramai noti al grande pubblico per essere “specialisti di calciomercato” come ad esempio Gianluca di Marzio di Sky o Alfredo Pedullà di Sportitalia.

E’ proprio grazie a queste trasmissioni che sono diventati familiari termini di diritto e economia come le plusvalenze, il fair play finanziario, il diritto di recompra, le fideiussioni e il diritto d’immagine.

Il calciomercato in Europa, in tal maniera, riesce a far girare oltre 4 miliardi all’anno.

È grazie ad alchimie e giochi di prestigio finanziari che tante operazioni vanno in porto: l’acquisto si garantisce con fideiussioni e con il prestito con obbligo di riscatto a una cifra prestabilita l’affare si fa subito ma il denaro non si è praticamente mosso dalle casse…

Ma di questo parleremo ancora…

Parte 1 – Come nasce una trattativa?
Parte 3 – Fatturato: perché le squadre vendono un giocatore invece di un altro?

  •   
  •  
  •  
  •