Ibrahimovic versione Red Devil: “Con Mou per vincere”

Pubblicato il autore: Mario Grasso Segui

C_29_fotogallery_1014650__ImageGallery__imageGalleryItem_4_image

Attese, falsi allarmi, false illusioni “rossonerazzurre”, tanti rumors, tanti depistaggi e in mezzo una conferenza stampa bluff. Ora, però, si fa sul serio: Zlatan Ibrahimovic inizia la sua avventura al Manchester United. Un nuovo capitolo di una carriera straordinaria come quella dello svedese.

Ibracadabra approda in quello che è forse l’unico grande campionato che mancava al suo appello. Dopo la Serie A, giocata con i tre principali club, la Liga al fianco di un certo Leo Messi nel Barcellona e una Ligue 1 dove ha spadroneggiato, Zlatan è pronto a dare spettacolo anche nella Premier League con la maglia dei Red Devils. Qui troverà una sua vecchia conoscenza, un allenatore che ha avuto solo per un anno all’Inter, ma con cui è nato subito un grande feeling. Si tratta, ovviamente, di José Mourinho, altra grande novità di un Manchester United che vuole tornare a trionfare dopo la FA Cup vinta a maggio, che ha reso meno amara l’ennesima stagione sottotono del post-Ferguson.

Sul sito del club britannico le prime dichiarazioni del campione nordico: “Sono felice di arrivare qui e non vedo l’ora di giocare in Premier League – poi aggiunge – Non vedo l’ora di lavorare con Mou una volta ancora. È un allenatore fantastico e sono pronto per nuove eccitanti sfide. La mia carriera fino ad adesso mi ha esaltato, ho lasciato tanti segni positivi. Ora sono pronto a lasciare bei ricordi anche in Inghilterra“.

Entusiasmo in tutto l’ambiente Red Devils, a partire proprio dal tecnico di Setubal, che afferma: “Zlatan non ha bisogno di introduzioni. Le statistiche parlano da sole. E’ uno dei migliori attaccanti del mondo e un giocatore che dà sempre il cento percento. Ha vinto tutti i campionati più importanti e adesso ha l’opportunità di giocare in quello migliore al mondo e sono certo che coglierà questa grande opportunità.  Divertirà i tifosi all’Old Trafford nella prossima stagione e che la sua esperienza sarà d’aiuto per far crescere i giovani giocatori in rosa”.

E’ una garanzia. Con lui i campionati sono quasi matematici. A partire dal 2001/02 solo due volte ha mancato il bersaglio: con l’Ajax nel 2002/03 e col Milan nel 2011/12. Il vero cruccio di Ibrahimovic, semmai, è la Champions League, dove mai è arrivato neanche in finale. Problema che almeno per quest’anno non si presenterà, visto che il Manchester United giocherà solo l’Europa League. Un modo, però, per ricaricare le batterie e ripresentarsi nel grande palcoscenico europeo nella stagione successiva. Tutti sono eccitatissimi, come dimostra la frase con cui esordisce il sito del club: “It’s Zlatan time!“. Buon divertimento.

  •   
  •  
  •  
  •