Caos Inter, Thohir: “Divergenze con Mancini”. E su Icardi….

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

thohir
Subbuglio in casa Inter. Mancini ha avuto due incontri con la società. Il primo con Piero Ausilio e il secondo con Thohir e la proprietà. La situazione a tutt’oggi non è chiarissima, si alternano segnali positivi e negativi. Proprio l’indonesiano, commenta la situazione in un’intervista a Class News a Wall Street. Ecco le dichiarazioni di Erik Thohir, che fa’ una panoramica sull’Inter, Mancini, Icardi e il mercato.

Thohir su Mancini e Icardi

C’è un’ottima relazione con Mancini, malgrado qualche discussione. Ci sono delle opinioni discordanti tra me e Mancini, ma è importante lavorare per la squadra. Questo è l’anno per portare due, tre nuovi giocatori a questa squadra. “Icardi? E’ importantissimo per la squadra, è il capitano. Abbiamo detto no a 60 milioni. Ma oltre…. “Costruiamo un team, dobbiamo guardare alla dinamica. Banega è un grande acquisto. “L’Inter sarà qui per centinaia di anni ancora, il presidente può essere invece cambiato, il management e i giocatori anche. E’ l’Inter che è importante, è l’Inter che deve rimanere. L’Inter è il top team che è costituito da individui, i quali possono cambiare. Ma non per me, ma per tutti. Questo cambiamento potrà avvenire ogni anno”.

Il ruolo dell’allenatore e il mercato

Quello dell’allenatore è un ruolo molto importante, i rapporti tra allenatore e società sono buoni, ogni tanto abbiamo avuto delle divergenze, ma un buon rapporto. È importante che ognuno condivida i propri punti di vista ma poi dobbiamo lavorare tutti insieme, di squadra. Il calciomercato è un momento importante e i tifosi vogliono sempre volti nuovi. Stiamo lavorando insieme in questa pre-stagione, abbiamo avuto alcuni match impegnativi e dobbiamo lavorare ancora perché i tifosi chiedono di più”.I giocatori vanno e vengono ma siamo una squadra importante e vogliamo trattenere i nostri giocatori chiave. Nelle ultime due stagioni abbiamo portato 15 nuovi innesti. Se guardiamo alla formazione titolare ci sono solamente due giocatori rispetto a qualche anno fa. Proveremo ad aggiungere qualcuno alla rosa, ma non sette o otto giocatori come un anno fa. Banega è un grande acquisto, giocando l’Europa League abbiamo bisogno di un team competitivo. “Il mercato è deciso insieme dal management e da Suning, nel calcio è importante avere una visione comune tra allenatore, direttore sportivo, dirigenza. La decisione di comprare o vendere un giocatore non è solo mia, devo parlare con il mio team. Ora è importante con Suning capire come possiamo, insieme, rendere più grande l’Inter.

La nuova proprietà

Il proprietario Zhang ha confermato l’importanza dell’appoggio tra management e squadra per assicurare la crescita dell’Inter. Dobbiamo acquistare nuovi giocatori? Forse, ma l’obiettivo è essere comunque competitivi e tornare in Champions League. Credo, come presidente dell’Inter, di aver preso le migliori decisioni per l’Inter e non per me”. “Un giocatore che sogno di vedere all’Inter è un giocatore importante per la squadra e non per me. Il giocatore che sogno è Messi, è uno dei migliori, un sogno per qualsiasi club”.

  •   
  •  
  •  
  •