L’ordinaria follia estiva di casa Lazio

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso Segui

keita-koulibaly

L’estate della Lazio ha tutta l’impressione di essere un grande, grandissimo ed enorme caos.

Prima sembrava quasi fatta per Prandelli, poi si virò su Bielsa (e sappiamo tutti come è finita), salvo ripiegare poi sempre su Simone Inzaghi, allenatore fatto in casa e probabilmente considerato meno di quanto merita nelle scelte societarie di inizio stagione relativamente alla scelta del tecnico.

Bielsa, dopo aver rifiutato la Lazio e aver spiegato pure i motivi di questa scelta, ora è ad un passo dall’accettare la panchina dell’Argentina: una sconfitta senza dubbio per Lotito, il quale poteva dare un’immagine internazionale molto importante col Loco, ma non proprio una figura splendida pure per il tecnico argentino che probabilmente ha sempre avuto sotto mano l’alternativa albiceleste come un’opportunità da cogliere al volo.

L’ordinaria follia però non si ferma soltanto nella diatriba tra Lotito e Bielsa: anche i giocatori vogliono la loro parte. Tipo Keita Balde, stellina spagnola che si è ben espresso con Inzaghi nell’ultima parte dello scorso campionato, ha pensato bene di non presentarsi al ritiro e di non partire dunque per Auronzo. Il motivo è semplice: il ragazzo vuole andare via. La Lazio tuttavia non ha intenzione di cederlo, a meno che non arrivi una grossa offerta (su di lui ci sono Inter e Juve, ma piace anche all’estero): si dovrà trattare un bel rinnovo con un cospicuo adeguamento del contratto, utile più delle medicine per risolvere i mal di pancia dei volubili calciatori di oggi.

Passi in avanti pure per quanto riguarda Felipe Anderson, il quale la settimana scorsa in segno di protesta si era rifiutato di sottoporsi alle visite mediche: il ragazzo vuole le Olimpiadi e con Inzaghi ci sono buone possibilità che il giocatore possa rispondere alla convocazione della Selecao, diversamente da quanto sarebbe accaduto con Bielsa che aveva posto già il suo veto.

In attesa di altri colpi di testa, prosegue la felice estate della Lazio. In mezzo al caos.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: