Massimo Oddo: “Ad oggi la Società si è mossa bene sul mercato. Immobile resta un sogno”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

144460896863653

Assieme a Cagliari e Crotone, promosse direttamente nella massima serie, ci sarà, come noto, anche il Pescara, approdato in A dopo aver battuto il Trapani di Serse Cosmi nella finale dei play-off. A compiere tale impresa è stato Massimo Oddo, che guiderà gli adriatici anche nel prossimo campionato.

L’ex terzino, campione del mondo nel 2006, ha così analizzato il mercato fin qui svolto dalla Società adriatica: “Ad oggi ci siamo mossi benissimo chiudendo dei colpi importanti che erano le priorità, parlo del portiere, del terzino e del centrocampista. Il mercato è difficile, serve avere pazienza ma noi siamo a buon punto. Abbiamo mantenuto l’ossatura dello scorso anno, quindi siamo soddisfatti. Ora mancano un difensore e un attaccante. Memushaj e Verre? Nel calcio tutti sono utili e nessuno indispensabile. Sappiamo bene quali sono le esigenze di mercato, se arrivano le big è difficile dire di no. Siamo convinti e consapevoli del fatto che tanti dei nostri ragazzi possano fare il salto in Serie A. Matri e Immobile? La storia e il blasone mi interessano il giusto, è importante che un profilo sia adatto per la nostra realtà. Il nome conta poco, anche se un giocatore importante e di esperienza potrebbe far bene anche ai ragazzi che già ci sono. Questi due nomi per il momento sono inarrivabili, hanno contratti importanti e possono ambire a realtà più grandi della nostra. Sarà il mio primo anno in Serie A, spero di essere all’altezza cercando di dare filo da torcere a tutti“.

Leggi anche:  Torreira Torino, Vagnati tenta un nuovo assalto all'uruguagio: l'Atletico Madrid può lasciarlo andare

Di sicuro, l’incombenza maggiore per Società e allenatore sarà quella di sostituire al meglio Gianluca Lapadula, approdato da un paio di settimane al Milan di Vincenzo Montella. In entrata si registrano gli arrivi di Bizzarri dal Chievo Verona, Cristante dal Palermo, Biraghi dal Granada, Ceravolo dalla Ternana e Manaj dall’Inter. Un mix, quindi, di esperienza e gioventù, su cui Oddo avrà il compito di lavorare in estate, in modo da arrivare ai nastri di partenza nel migliore dei modi.
Una squadra come il Pescara difficilmente può aspirare a chissà quali obiettivi, ma una salvezza, magari ottenuta non proprio all’ultimo minuto dell’ultima giornata, sarebbe già un bel traguardo per la tifoseria adriatica.

  •   
  •  
  •  
  •