Milan, Bacca esce allo scoperto: “Voglio l’Europa” e rifiuta il West Ham

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

BACCA

Carlos Bacca vuole l’Europa. Il Milan non può garantirgliela.
Il calciatore è ancora in vacanza, dopo il terzo posto in Coppa America, vinto contro gli Stati Uniti con la sua nazionale colombiana.
Il 22 Luglio, dovrebbe presentarsi al ritiro del Milan ma molti indizi ci raccontano ben altro.
In un’intervista al quotidiano sportivo spagnolo As, l’attaccante colombiano si espone sul suo futuro e pare intenzionato, quasi sicuramente a lasciare il club di Milano. “I miei rappresentanti si sono incontrati con alcune squadre però ho un contratto col Milan per quattro anni, ci sono offerte dall’Inghilterra, Spagna, Germania, Italia, Francia però è difficile prendere una decisione, siamo tranquilli, c’è ancora tempo e con il mio procuratore e il Milan cercheremo la soluzione migliore”
Sulla Champions: “ E’ il mio sogno giocarla e lavoro giorno per giorno per questo. Voglio giocarla col Milan. E’ uno dei temi che sto trattando con il Milan, che non siamo in Europa e io voglio giocare la Champions. Si prenderanno le decisioni in base al progetto che ha il Milan quest’anno, ai nuovi investitori e dai giocatori che verranno
Il numero 70 del club lombardo sostiene, inoltre, di non aver parlato direttamente con il nuovo allenatore Montella ma tramite i suoi procuratori.
La vendita del Milan ai cinesi, dopo 30 anni di era Berlusconi, suscita nel calciatore il dispiacere ma potrebbe aprire a possibili nuovi sviluppi positivi in ambito societario:”Berlusconi ha venduto il club dopo 30 anni. Tutta la sua vita, lui e la sua famiglia si sono dedicati con dedizione al Milan, prendere questo tipo di decisione gli ha causato un problema di cuore però è stata la cosa migliore da fare. Lui che ama questo club, che lo vuole vedere nei posti che contano in Europa ha dovuto farsi da parte, anche se rimarrà certamente vicino perché sa cosa prova per il Milan, io l’ho vissuto quest’anno. Speriamo che le cose migliorino per il meglio”.
Si sofferma anche sul potere della Cina nel calcio mondiale: “La Cina vuole crescere e sappiamo che per prima cosa deve sedurre i calciatori però sicuramente in due o tre anni, i club cresceranno. Il calcio vuole crescere, sappiamo la potenza che è la Cina e se ne parlerà molto in futuro, nei prossimi anni”.
Bacca parla anche della sua permanenza nella Colombia, mostrandosi fiducioso riguardo le difficili qualificazioni per il mondiale 2018 in Russia (prima partita col Venezuela):” Sarà difficile come tutte le partite, il Venezuela ha fatto una grande Coppa America, ora ha un commissario tecnico(Rafael Dudamel) che è stato giocatore, sa’ di calcio e conosce molto il calcio colombiano, sarà una partita importante per raggiungere l’obbiettivo di arrivare ai Mondiali di Russia”.
A questo punto pare difficile che Bacca si accasi al West Ham. Come scriveva giorni fa’ la Gazzetta dello Sport, ci sarebbe stata un’ennesima fumata nera tra le parti, sempre per questioni di ingaggio
Il calciatore, come dimostrano le sue parole ad As, è orientato ad aspettare l’offerta di una big europea, probabilmente l’Atletico Madrid o il Valencia, per dar vita al suo proposito di calcare i palcoscenici che contano. E chissà magari vincere, al primo tentativo la tanto sognata ed agognata Coppa dei Campioni. Il Milan rimpiangerà i suoi gol? i gol di bacca al Milan

  •   
  •  
  •  
  •