Milan – Sosa, l’attacco del presidente del Besiktas. Lo sconto è più lontano

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Josè Ernesto SosaMilan – Sosa nuovo capitolo. E’ guerra aperta tra José Sosa ed il Besiktas, con il Milan che rimane alla finestra ed attende l’evolversi della situazione. Il rapporto tra il giocatore argentino, uno tra i principali obiettivi di mercato del Milan di Montella, ed il club turco è ormai vicino al collasso dopo le prese di posizione dello stesso centrocampista che nei giorni scorsi ha apertamente dichiarato la propria volontà a lasciare la Turchia. In un lungo messaggio scritto sul profilo personale Facebook Sosa ha  parlato della paura che lui e la sua famiglia ha nel vivere in Turchia manifestando l’intenzione di lasciare al più presto il paese. Oggi è arrivata la dura presa di posizione del presidente del Besiktas, Fikret Ormanm,che ha criticato l’atteggiamento del centrocampista argentino ( e di conseguenza anche quello del Milan) confermando la volontà del club turco di trattenere il giocatore.

Le dure parole del presidente del Besiktas sul caso Milan – Sosa.

 “Quello del terrorismo è solo un pretesto. Credo che Sosa stia prendendo in giro la nostra intelligenza. I terroristi si sono fatti esplodere anche a Parigi e non mi risulta che i giocatori del Paris Saint Germain abbiano manifestato l’intenzione di abbandonare il club, a Donetsk c’è la guerra e non dimentichiamoci che questo è il mondo dell’11 settembre. La nostra vita, la nostra famiglia, i nostri figli sono qui in Turchia. La verità è che Sosa vuole andare al Milan, ma trattare con un giocatore sotto contratto senza il nostro consenso è sia moralmente che soprattutto legalmente un crimine e noi non vogliamo cederlo. C’è un contratto che lega il Besiktas e Sosa e noi vogliamo rispettare questo contratto”.

La trattativa per l’argentino, quindi, è diventata adesso molto complicata per il Milan che sperava di fare leva sulla volontà del giocatore per far abbassare le pretese della società turca che valuta Sosa otto milioni di euro. Alla luce delle dichiarazioni di Ormanm appare chiaro come questa possibilità non sia più praticabile per il Milan che, ora, se vuole davvero portare a Milanello il “Principito” dovrà superare le resistenze della dirigenza del Besiktas pagando probabilmente gli otto milioni di euro richiesti proprio dal club turco.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: