Mister Zhang ha in mente una grande Inter: “Voglio una squadra da scudetto”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

mister zhangÈ senza dubbio l’uomo del momento, pariamo di Mister Zhang, nuovo proprietario dell?inter targata Suning, che non perde tempo e senza girarci troppo attorno spiega ciò che si aspetta dalla sua nuova squadra:

“Voglio una squadra da scudetto”. (Intervista riportata dal sito gazzetta.it).

Ha subito dichiarato ai microfoni dei giornalisti accorsi alla conferenza stampa post consiglio d’amministrazione, spiegando come il mercato dell’Inter sarà tutto all’attacco con almeno due rinforzi di alto livello, tasselli essenziali per poter competere alla apri con Napoli e Roma e per poter quindi raggiungere un piazzamento Champions, essenziale per far tornare la squadra nel calcio che conta. Per farlo occorre superare l’ostacolo del fair play finanziario, cosa che non spaventa il nuovo investitore cinese che mette sul banco ben 242 milioni di euro, che saranno investiti per saldare i debiti e per il mercato in entrata che dovrà comunque tener conto dei paletti Uefa.

Nell’agenda di Mister Zhang c’è il pareggio del bilancio

La prima cosa a cui si deve tener conto è il pareggio di bilancio, che è alla base di ogni strategia di mercato. L’Inter ha chiuso l’anno calcistico con un debito di 30 milioni e con l’impegno di arrivare a debiti zero nel prossimo anno, impegno che è stato presentato anche all’Uefa e sarà quindi vincolante per la partecipazione alle competizioni europee nel 2017-2018. Per far rientrare i soldi necessari per il mercato l’amministratore delegato Bolingbroke assieme alla dirigenza Suning ha già pianificato l’attivazione di partnership commerciali con aziende cinesi e l’implementazione del merchandising, specialmente in Oriente dove il marchio Inter vanterà milioni e milioni di sostenitori che porteranno nella cassa nerazzurre milioni di euro essenziali per far rientrare il debito. A questi soldi si aggiungeranno quelli per la qualificazione alla fase a gironi dell’Europa League e quelli dei diritti televisivi.

Mister Zhang pianifica anche acquisti e cessioni

Sul fronte acquisti cessioni si dovrà fare i conti con le nuove regole dell’Europa League che riducono i giocatori in Rosa da 25 a 21 nonché i parametri da rispettare in virtù degli acquisti e delle cessioni dall’ultima partecipazione a una competizione europea. L’ultima volta dell’Inter in Europa risale a due stagioni fa, ovvero 2014-2015, posizione raggiunta grazie al quinto posto conquistato dal coach Mazzarri. Da quella stagione sono stati venduti giocatori del calibro di Kovacic, Hernanes e Guarin, per un incasso di circa 60 milioni, e sono arrivati a Milano Kondogbia, Jovetic, Perisic, Miranda, Murillo, Brozovic, Felipe Melo, ed Eder per una spesa di 100 milioni circa. La situazione non è quindi ottimale se non si effettueranno delle cessioni per almeno 60 milioni di euro, sempre se si vuole partecipare a pieno organico all’Europa League. L’imperativo Suning infatti riguarda campionato e qualificazione Champions, e per questa ragione per aggirare l’ostacolo Uefa la dirigenza potrebbe decidere di non includere nella lista europea alcuni giocatori tra quelli acquistati quest’anno, in questa maniera, almeno per questa stagione, si potrà seriamente puntare alla qualificazione Champions senza l’ostacolo del bilancio, trascurando però l’Europa League.

Un altro modo per aggirare i diktat Uefa potrebbe essere quello di creare una triangolazione con il Jiangsu Suning, cosa che potrebbe portare i pilastri della squadra di Nanchino in prestito gratuito all’Inter, parliamo dei brasiliani  Alex TeixeiraRamires che farebbero comodo al 4-2-3-1 di Mancini senza andare contro i parametri europei.  Potrebbero essere proprio i due brasiliani i grandi colpi dell’Inter di quest’anno, che punterà in questa maniera anche all’Europa League, competizione in cui Mister Zhang vuole arrivare fino in fondo (almeno da quanto dichiarato), e che potrebbero permettere la partenza di Jovetic e Brozovic (Nonchè quella di Melo) senza intaccare la forza della squadra.

Il prossimo anno l’Inter potrebbe così schierarsi con questa formazione: (4-2-3-1) Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Erkin; Kondogbia, RamiresAlex Teixeira, Banega, Eder; Icardi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: