Calciomercato Fiorentina: Rossi al Celta Vigo, Kalinic-Gabbiadini in stand by

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
calciomercato fiorentina

Nikola Kalinic

Calciomercato Fiorentina: ancora un addio per Giuseppe Rossi alla Fiorentina, l’attaccante italiano, classe 1987, è stato ceduto in prestito al Celta Vigo. L’affare era nell’aria da tempo, per Pepito alla Fiorentina sembrava non esserci il giusto spazio. E così Rossi si appresta a disputare una nuova stagione in Spagna, dopo le esperienze a Villarreal e Levante. Con la maglia del Celta Vigo parteciperà anche all’Europa League. Il feeling con Paulo Sousa non è mai sbocciato, per il calciomercato Fiorentina meglio l’addio dell’ex Parma per giocare con continuità e giocarsi le sue carte anche in chiave Nazionale. Per quanto riguarda l’attacco viola Fiorentina e Napoli si sarebbero riavvicinate per quanto riguarda lo scambio tra  Kalinic Gabbiadini. Il tecnico dei partenopei Maurizio Sarri, infatti, vuole fortemente l’attaccante croato dei viola e la società azzurra ha il conguaglio ad una cifra di circa 12 milioni di euro di fronte alla richiesta di 15 milioni da parte della Fiorentina. L’incoraggiante debutto di Milik contro il Milan ha convinto il Napoli a lasciar partire Gabbiadini, stanco della panchina. Kalinic è considerato incedibile soprattutto da Paulo Sousa che lo ritiene indispensabile per il suo gioco. E’ chiaro che davanti alla prospettiva di avere un grande giocatore come Gabbiadini potrebbe cambiare le prospettive del calciomercato Fiorentina.
Gabbiadini sarebbe il centravanti di movimento che tanto piace a Sousa, anche se Kalinic ha dimostrato in questi mesi a Firenze di essere fondamentale per il gioco voluto dal portoghese. Gli ultimi tre giorni di calciomercato saranno bollenti, con l’affare Kalinic-Gabbiadini che potrebbe tener banco fino alle 23 del 31 agosto. Attacco a parte il calciomercato Fiorentina dovrebbe essere chiuso, ma una vecchia volpe delle trattative come Pantaleo Corvino potrebbe riservare qualche sorpresa. L’atmosfera a Firenze non è delle migliori, è chiaro che la partenza di Kalinic inasprirebbe ancor di più il rapporto tra tifoseria e società con Sousa nel difficile ruolo di moderatore tra le parti.

  •   
  •  
  •  
  •