UFFICIALE- La Ternana prende Contini e Germoni

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Calciomercato Ternana Contini

Carbone dirige le Fere (Foto Stefano Principi-Fonte Ternana Calcio)

Settimana calda sotto il profilo del Calciomercato (e non solo) quella della Ternana di Simone Longarini che, nel giro di pochi giorni, mette a disposizione del tecnico Benito Carbone ben sette nuovi calciatori. Gli ultimi della serie sono stati ufficializzati tra ieri sera e stamattina. Si tratta di Luca Germoni e Matteo Contini che insieme ai colpi di Defendi e Di Noia vanno a completare la batteria di difensori a disposizione del tecnico di Bagnara Calabra. Luca Germoni esterno mancino della Lazio, classe 1997, si è legato alla Società Rossoverde fino al 30 Giugno 2017 con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto, mentre  Matteo Contini, difensore, classe 1980, ex Parma, Napoli e Bari arriva in prestito secco dall’Atalanta, anche per lui, la scadenza dell’accordo è quella del prossimo giugno.

Calciomercato Ternana Contini e Germoni, profilo e statistiche

Matteo Contini come si legge su wikipedia, è nato a Varese il 16 aprile 1980, è un difensore centrale, mancino, di grandissima esperienza, in carriera ha ricoperto anche il ruolo di terzino sinistro. Inizia la sua trafila calcistica nelle giovanili del Milan, e nel corso della stagione 1998-1999, dopo aver vinto il Torneo di Viareggio con la Primavera, è ceduto in prestito al Lumezzane con cui gioca 11 partite nel campionato della Serie C1. L’anno successivo il Milan decide di prestarlo al Livorno, sempre in Serie C1, e questa volta le presenze sono 15. Nella Stagione 2000-2001 passa, ancora in prestito ed ancora in C1, alla SPAL, dove disputa 17 partite. La stagione successiva gioca 25 partite col Monza, nuovo possessore del suo cartellino. Contini viene poi ceduto all’Aquila dove nel campionato di C1 2002-2003 realizza 2 reti in 31 presenze.
Passa poi all’Avellino, in Serie B. Con l’allenatore Zdeněk Zeman diviene titolare, giocando 39 partite e segnando un gol. Il 26 settembre 2004 nella partita Inter-Parma 2-2 arriva l’esordio in Serie A con i crociati, dove rimane per ben tre stagioni legandosi in maniera indissolubile con l’ambiente parmigiano che ancora oggi lo ricorda con affetto. Nell’estate del 2007, per una cifra pari a 3,2 milioni di euro approda al Napoli dove firma un contratto quinquennale. Nelle prime due stagioni a Napoli, sotto la guida di Edoardo Reja e Roberto Donadoni, gioca quasi sempre da titolare, con buoni risultati, con l’arrivo di Walter Mazzarri alterna ottime partite a errori pesanti; persa la fiducia del tecnico nel mercato invernale del 2010 passa in prestito con diritto di riscatto al Real Saragozza. Esordisce nella Liga il 31 gennaio 2010 nel match esterno contro il Tenerife (1-3) e diventa una pedina fondamentale per la difesa della sua nuova squadra. Nell’estate del 2010 il club aragonese lo riscatta per 2,3 milioni di euro e sottoscrive un contratto fino al 2013. Dopo una sola stagione, nel 2011, per motivi personali, torna in Italia al Siena in prestito con diritto di riscatto. Nel mercato invernale del 2013 passa a titolo definitivo all’Atalanta. Con la dea non riesce a trovar spazio totalizzando solo 3 presenze in campionato. A fine stagione viene messo ai margini della rosa bergamasca e nel mercato estivo del 2013 viene ceduto in prestito alla Juve Stabia in Serie B. Il 2014-2015 lo trascorre al Bari dove Contini disputa una buona stagione, chiusa con 25 presenze in Serie B, nell’estate del 2015 il prestito viene rinnovato. Nel corso della partita Ascoli-Bari del 19 aprile 2016, dopo pochi minuti, subisce un infortunio muscolare che lo tiene fuori squadra fino a fine stagione. Ancora sotto contratto con l’Atalanta segue il percorso di Defendi e Di Noia e approda alla Ternana per una nuova avventura.

Leggi anche:  Eriksen-Inter: ecco quanto hanno sborsato i nerazzurri per acquistarlo

Luca Germoni come riporta Michele Santoro sulla nostra testata “è un laziale d.o.c.: nato a Roma nel settembre del 1997, comincia a giocare nella Romulea a soli 6 anni, ma già 2 anni dopo viene notato e acquistato dalla società laziale con cui compie tutta la trafila a partire dall’attività di base. E’ un laterale sinistro difensivo di grande temperamento e corsa, dotato di un mancino educatissimo, lascito del suo passato da centrocampista centrale, ruolo che ha ricoperto fino all’ultimo anno negli Allievi Nazionali. La determinazione e la falcata elegante che la natura gli ha messo a disposizione, convincono tutti che la sua ovvia collocazione sia quella di esterno basso. Inizialmente però, le occasioni per mettersi in mostra sono state limitate perché Inzaghi, quando ancora guidava l’under 19 biancoceleste, gli preferiva – in quella stessa parte del rettangolo di gioco – Moustapha Seck. Ma l’infortunio di quest’ultimo gli ha spalancato le porte della titolarità che ha sfruttato al meglio diventando, con la serietà e l’applicazione che lo contraddistinguono, leader tecnico di una squadra arrivata a sfiorare lo storico “double” nazionale. Titolare fisso in campionato e in Coppa Italia, quest’anno, purtroppo, è rimasto a secco di titoli. Ottimo in una difesa a 4, ma anche come tornante in un centrocampo a 5, predilige la fase offensiva motivo per il quale deve affinare ulteriormente quella difensiva. Buona la crescita dal punto di vista fisico così come la capacità di contrastare l’avversario, in costante crescita, partita dopo partita. Inoltre è molto apprezzato dai suoi compagni per generosità e per l’approccio alla gara, sempre adeguato alle situazioni”.

Leggi anche:  Sarri ancora non rescinde con la Juventus: ecco perché

MATTIA CONTINI

Competizione PARTITE RETI ASSIST AMMONIZIONI DOPPIO GIALLO ESPULSIONI MINUTI GIOCATI
Totale: 387 5 4 129 10 6 32.281′
193 3 1 63 3 2 15.643′
112 1 2 35 4 3 9.546′
39 1 1 18 2 1 3.356′
19 5 1 1.714′
17 7 1.392′
2 180′
2 180′
1 90′
1 1 90′
1 90′

LUCA GERMONI 

Competizione PARTITE GOL ASSIST AMMONIZIONI DOPPIO GIALLO ESPULSIONI MINUTI GIOCATI
Totale: 52 1 13 1 4.046′
39 1 12 2.998′
9 1 704′
2 1 210′
2 134′
Leggi anche:  Milan su Thauvin, Maldini: "Giocatore che va seguito, economicamente interessante"

Rinvio Ternana-Pisa, Longarini ricorre al Collegio di garanzia dello sport

Intanto si apre un nuovo capitolo in merito alla decisione della Lega di Serie B di rinviare la partita Ternana-Pisa. Il Presidente dei Rossoverdi Simone Longarini ha deciso di presentare ricorso avverso alla decisione presso il Collegio di garanzia dello Sport, e lo fa attraverso una lettera aperta apparsa nella serata di ieri sul sito ufficiale della Ternana: “Cari tifosi, abbiamo ricevuto notizia del rinvio della gara contro il Pisa alle ore 14:00 del 26/8 , nonostante nel corso della mattinata io abbia più volte espresso telefonicamente il mio assoluto dissenso sia alla Lega che alla F.I.G.C. (dissenso comunicato anche in via ufficiale sul nostro sito). Ho letto le motivazioni del rinvio nel comunicato della Lega ed ho letto le dichiarazioni del Presidente della stessa e del Presidente dell’A.i.c. Preferisco non approfondire il mio pensiero per evitare di creare inutili polemiche soprattutto verso persone nei confronti delle quali mi lega un vincolo di amicizia. Ovviamente ritengo assolutamente illegittimo il provvedimento preso a tutela di una singola squadra ed in sfavore delle altre 21. Sfavorevole, in particolare, verso la Società che rappresento che ha lavorato seriamente e duramente per preparare la gara ed ha altresì accelerato alcune operazioni in entrata proprio in virtù di tale impegno. Per meglio comprendere la nostra posizione e le nostre motivazioni sarà sufficiente leggere (appena diverrà un atto pubblico) il ricorso d’urgenza che abbiamo appena depositato presso il “Collegio di garanzia dello sport”.
Convinti delle nostre ragioni, auspichiamo che vengano ristabiliti i superiori principi sulla regolarità del campionato. Forza Fere! Simone Longarini“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: