E’ il Pogba-day: alle 13 le visite mediche. Ecco i possibili sostituti

Pubblicato il autore: giammarco bellotti Segui

Calciomercato Juventus Pogba Manchester
E’ arrivato il giorno che, per motivi diversi, i tifosi di Juventus e Manchester United aspettavano: il Pogba-day. Infatti, il centrocampista francese sosterrà oggi le visite mediche e poi, con tutta probabilità, apporrà l’agognata firma sul contratto che lo legherà ai Red Devils.

Negli ultimi giorni era circolata la voce che Paul Pogba fosse già in Inghilterra e che avesse già svolto le visite mediche. Invece, l’ormai ex bianconero è partito questa mattina con un volo da Nizza con destinazione Manchester. Appena atterrato, il giocatore svolgerà le visite mediche fissate per le 13.00. Poi, potrebbe essere firmato il contratto e dato l’annuncio ufficiale. Siccome le due società sono quotate in borsa, l’ufficialità potrà essere data solamente a borse aperte, quindi non in tarda serata (non alle 23:00, per intenderci).

Ieri pomeriggio intanto, il Manchester United ha messo in bacheca la Community Shield, battendo 2-1 il Leicester City. Primo trofeo con il club inglese per Josè Mourinho e Zlatana Ibrahimovic, autore del gol decisivo a 7 minuti dalla fine. Proprio il tecnico portoghese nel post partita si è detto entusiasta dell’arrivo di Pogba, annunciando di fatto la chiusura della trattativa. Un’operazione record nel mondo del calcio. Infatti, per far calcare il prato sempre verdissimo dell’Old Trafford al fuoriclasse francese, lo United sborserà circa 110 milioni di euro. Una cifra monstre se si pensa che solo 3 anni fa i bianconeri soffiarono il calciatore proprio alla squadra allora allenata da Sir Alex Ferguson per una cifra irrisoria: un piccolo premio di preparazione e valorizzazione.

Ieri come oggi, la trattativa è stata orchestrata magistralmente dal procuratore Mino Raiola, capace di spostare i giocatori di calcio come fossero pedina su una scacchiera. Il super procuratore italo-olandese è innanzitutto in grado di capire quali sono i giocatori di prospettiva, quindi è un grande conoscitore di calcio, con doti manageriali superiori alla media. Nella sua scuderia anche calciatori del calibro di Hamsik, Matuidi e Balotelli.

Proprio il centrocampista del Psg potrebbe essere uno dei due centrocampisti che sta cercando la Juventus per sostituire Paul Pogba. Infatti, i bianconeri, complici gli infortuni di Marchisio e Kehdira e le partenze di Padoin e Pogba (forse anche uno tra lemina, Hernanes e Pereyra) urgono acquisti: il solo Pjanic non può bastare. I dissidi tra Marotta e il club francese sono l’ostacolo più grande per la conclusione dell’affare da 35 milioni di euro. Lo “scippo” di Coman proprio dal settore giovanile dei transalpini non è ancora andato giù alla dirigenza parigina. Inutile dire che lo sgarbo in questione ebbe come regista sempre il già citato Mino Raiola. Il paradosso è che proprio il procuratore potrebbe far fare pace alle due società. La Juventus ci proverà sicuramente.

Marotta e Paratici ci proveranno sicuramente anche per Matic, imponente centrocampista del Chelsea desideroso di cambiare aria. Antonio Conte però, pare non sentirci e voler puntare su di lui. Luiz Gustavo piace, ma c’è l’agguerrita concorrenza dell’Inter e le dichiarazioni di Allegri: “Pjanic gioca meglio davanti alla difesa che da mezzala”. Guarda a caso proprio il ruolo del brasiliano con passaporto tedesco. Infine, porte semi aperte per il belga Witsel. Il mediano vuole lasciare la Russia a tutti i costi, ma lo Zenit richiede una cifra importante che la Juventus non è disposta a sborsare.

Per i sostituti c’è tempo. Oggi è il Pogba-Day.

  •   
  •  
  •  
  •