Eder-Ranocchia-Dodò, un tris di ritorno? I possibili scenari

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

130216074-c1fd4dbc-ff2c-4d03-96bb-0b305a3fb423

Nelle ultime ore, La Gazzetta dello Sport si è fatta portatrice di un rumor di mercato tanto clamoroso quanto affascinante. La “Rosa”, infatti, ha ipotizzato un ritorno di Citadin Martins Eder in blucerchiato, dopo neanche sei mesi in nerazzurro.
Ma l’italo-brasiliano non sarebbe il solo a fare ritorno sotto la Lanterna. Anche Andrea RanocchiaDodô potrebbero seguire lo stesso percorso. Ma, a conti fatti, si tratta di tre operazioni davvero possibili? Cercando di far ordine, partiamo dall’ex bomber blucerchiato. Eder, arrivato all’Inter nello scorso mercato di Gennaio, non è riuscito a confermato lo strepitoso girone di andata con la Sampdoria. Preso per far fare il salto di qualità al reparto offensivo, il giocatore si è ritrovato ben presto a scaldare la panchina, perdendo punti nelle preferenze di Roberto Mancini. Con l’arrivo, negli ultimi giorni, di Antonio Candreva dalla Lazio, la possibilità di avere una maglia da titolare è diventata ancora più remota. Questo perchè, a detta di molti, quello che sarà il tridente dell’Inter, vedrà Icardi affiancato da Perisic e l’ex Lazio. Se a questo si somma la permanenza di Jovetic, è ovvio che Eder finirà per vedere il campo con il contagocce. In questo caso, quindi, un suo ritorno potrebbe essere una soluzione gradita non solo al giocatore stesso, che altrimenti rischierebbe di uscire dal giro della Nazionale, ma anche per la stessa Sampdoria, che riabbraccerebbe un elemento di grande qualità. Il problema, a quel punto, sarebbe l’ingaggio, attualmente attorno a 1,6 milioni di euro. Decisiva, se mai dovesse aver un seguito questa voce di mercato, potrebbe essere la volontà dello stesso italo-brasiliano. Ovvio che un suo ritorno, imporrebbe la cessione di un attaccante già presente in rosa, e l’indiziato numero uno, a quel punto, potrebbe essere Fabio Quagliarella, visto l’interesse dimostrato per lui dal Sassuolo, sempre negli ultimi giorni. O, un’alternativa, sarebbe il prestito di Budimir per farli fare esperienza in un altro club di A, visto che Atalanta e Crotone, da cui proviene, sarebbero interessate ad una soluzione di questo tipo.

Discorso meno articolato per Ranocchia e Dodô. Per quel che riguarda il primo, pare difficile un suo ritorno in blucerchiato, visto che nei sei mesi alla Sampdoria ha commesso tanti errori quanti un centrale difensivo di buon livello commetterebbe in un’intera carriera. Per Dodô, invece, ci potrebbe essere uno spiraglio. Attualmente in rosa, Marco Giampaolo, può contare su Pavlovic e Regini per la fascia sinistra, che risulterebbe, quindi, coperta. Ma, il mister blucerchiato ha dimostrato di preferire l’ex Napoli nel ruolo di centrale, aprendo, di conseguenza, ad un elemento in più come il brasiliano nerazzurro. Non è da scartare, poi, l’idea che l’Inter provi a dare “l’intero pacchetto” alla Sampdoria, magari con la promessa di partecipare agli ingaggi dei tre giocatori, riuscendo, così, a trovarli una nuova sistemazione. Di sicuro, qualsiasi tipo di discorso, è rinviato agli ultimi giorni di mercato, quando i nerazzurri potrebbero aver bisogno di sfoltire la rosa e la Sampdoria, invece, di integrarla.

  •   
  •  
  •  
  •