Galliani chiama, Florentino risponde: Kovacic più vicino al Milan?

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui
Kovacic-5La ricerca del centrocampista da parte del Milan continua. Il budget limitato di Galliani e la non autorizzazione dei cinesi hanno fatto si che il mercato rossonero prendesse la piega spagnola. A una prima chiusura di Kovavic del Real da parte del presidente Florentino Perez, con il passare del tempo la resistenza sembra diminuire.
Galliani cerca di intavolare la solita trattativa per il prestito con diritto di riscatto, magari lasciando a Florentino anche la possibilità di riacquisto. La formula vale per tutti: la spesa per il nuovo mediano può salire a 6-7 milioni, ma fermarsi lì non prevedere impegni futuri come obblighi di riscatto. Kovacic è una delle poche alternative. Anche la più conveniente, perché Florentino Perez sarebbe disposto a cederlo in prestito gratuito al Milan, ma solo a fine mercato. Il croato rimane dunque in primo piano nei progetti della società rossonera. Intanto ieri pomeriggio l’ad Galliani ha incontrato gli agenti di Diawara, ma il Napoli è ormai in vantaggio e si prepara a chiudere la trattativa per il centrocampista, rivelazione dello scorso campionato con la maglia del Bologna. Su Diawara c’è l’ostacolo della formula: il Bologna non cede se nell’intesa non si prevede almeno l’obbligo di riscatto e il giocatore, che pure punterebbe i rossoneri, resta di fatto bloccato in attesa di nuove soluzioni.
Il rinforzo ideale per la mediana era stato identificato in Bentacur, stellina del Boca, su cui tutte le parti erano concordi nell’investire 15 milioni di euro, di fatto l’intero budget estivo dei cinesi. La cifra era ritenuta adeguata per la spesa su un così giovane talento, discorso che non vale necessariamente per altri giocatori. Galliani aveva offerto agli argentini 14 milioni più il 20% della futura rivendita e dal club hanno replicato: 14 più 5 di bonus (di cui 3 da versare comunque) più ancora il solito 20% della futura rivendita. Per i cinesi l’investimento era ora troppo pesante e non hanno concesso il via libera e così la trattativa non è andata a buon fine.
Mateo Kovacic, intanto, che non giocherà da titolare nel Real Madrid, ma che non vuole vivere un’altra stagione da comprimario tra le fila delle merengues. Secondo la Gazzetta dello Sport, il programma di Galliani è chiaro: chiedere in prestito pluriennale il 22enne nato a Linz, inserendo un riscatto in favore dei rossoneri ma lasciando il diritto di recompra al club blancos: come fatto recentemente per Alvaro Morata. Il Real, il 21 agosto dello scorso anno, investì oltre 30 milioni di euro, bonus compresi, per strapparlo all’Inter e difficilmente lo lascerà partire senza monetizzare. I rapporti tra Florentino Perez e Adriano Galliani sono buoni e l’ad rossonero punterà su questo fattore per convincere il numero uno del club spagnolo a cedere il suo calciatore venendo incontro alle esigenze del Milan.
Se non andrà a buon fine la trattativa Kovacic, il Milan ha pensato anche a un’altra alternativa: Benjamin Strabouli.
Per il momento è stato effettuato solo un sondaggio, ma il Milan sembra orientato quanto prima a presentare un’offerta ad Al Khelaifi. La società milanista dovrà anche decidere la formula adatta per prelevare il francese, se a titolo definitivo o in prestito.Il costo del cartellino non è di certo particolarmente esoso, considerando che la scorsa stagione il PSG lo strappò al Tottenham per 8 milioni di euro. Cifra nella quale la dirigenza transalpina vorrà almeno rientrare.

  •   
  •  
  •  
  •