Lazio: Biglia verso il rinnovo

Pubblicato il autore: Eugenio Usai Segui

Dopo aver ceduto Antonio Candreva all’Inter, la Lazio sta pensando a varie opzioni per sostituire l’ex ala biancoceleste, tra cui l’ex romanista Alessio Cerci, che di sicuro sarebbe indigesto per la tifoseria per questo pesante passato. Ma nessun colpo sarà importante quanto il rinnovo contrattuale di uno dei giocatori migliori della rosa, ossia l’argentino Lucas Biglia.

I tentativi d’acquisto mai portati avanti

Si è speculato tanto sulle probabilità che il capitano della Lazio potesse cambiare squadra quest’anno; specialmente l’Inter aveva sondato il centrocampista, dato che per Mancini serve assolutamente un regista per il centrocampo interista. C’erano anche state ipotesi estere: il Valencia (voluto fortemente dal precedente tecnico Gary Neville) e il Manchester United, che a quanto pare, quest’ultimo, volesse offrire ben 25 milioni di euro. Forse Biglia è stato molto tentato di cambiare aria, soprattutto per il clima non facile che ha vissuto la Lazio quest’anno, tra proteste e scioperi della tifoseria e una stagione anonima e deludente, ma nessun club ha fatto un reale tentativo di comprarlo, anche perché il Presidente Lotito ha fatto sempre gioco di rialzo con la valutazione dell’argentino, facendo sempre desitere le squadre che lo volevano.

Un’offerta importante per tenere Biglia

Sembrerebbe che proprio in questi giorni, sennò oggi, si stiano attuando le fasi per il rinnovo di Biglia. Il calciatore è legato fino al 2018, ma la società è pronta a blindarlo per altri tre anni con un importante offerta di 2,5 milioni all’anno più 500.000 di bonus. Un’offerta che non si può rifiutare, soprattutto quando si tratta della gestione oculata al risparmio di Claudio Lotito, dove tale ingaggio è ben sopra i parametri che il numero 1 biancoceleste offre; e poi, a confermarlo ci ha pensato l’agente di Biglia, Montepaone. Oltre allo sforzo economico, si può credere che Biglia abbia accettato per il forte attaccamento alla maglia biancoceleste, di cui ricopre la carica di capitano dall’anno scorso; un affetto che lo ha portato a convincersi di mancare traguardi più ambiziosi con squadre più forti della Lazio. In ogni caso, se c’era una mossa da fare quest’anno per i capitolini, era questa. Biglia è uno dei top player del campionato di Serie A, lo certifica la sua classe e l’alto rendimento costante, ed è quello che serve per la Lazio per ripartire e riscattarsi dall’inconcludente stagione scorsa.

  •   
  •  
  •  
  •