Maksimovic-Napoli, è fatta! Valdifiori al Torino. Gabbiadini rimane, nonostante Sarri..

Pubblicato il autore: matteo lanzi Segui

E alla fine Napoli fu. Dopo tanti intrighi, compromessi, litigate, deviazioni, e ,sopratutto, un lungo corteggiamento, tutto è andato come doveva andare:Nikola Maksimovic è del Napoli.Previste nel primo pomeriggio a Roma,presso la clinica di Villa Stuart, le visite mediche del difensore ormai ex granata, il quale arriva direttamente dalla Serbia, dove si era rifugiato dopo esser stato messo fuori rosa dal Toro. Un Maksimovic che ha rischiato di rimanere al Toro, con uno strappo importante con piazza e allenatore ( che sì definì “deluso come uomo” dal comportamento del serbo) difficile da ricucire. Invece alla fine è potuto andare al Napoli che da tempo era sulle sue tracce,senza riuscire però a trovare l’accordo con il Torino. Accordo che finalmente è arrivato: 26 milioni bonus compresi più il cartellino di Mirko Valdifiori ( valutato 3,5 milioni), che si è deciso a accettare la maglia granata, in passato più volte rifiutata. Per l’ex giocatore dell’Empoli, arrivato a Napoli la scorsa estate come pupillo di Sarri ma presto accantonato in panchina, un contratto di 3 anni più opzione per il quarto a un milione a stagione.  Maksimovic, per il quale è pronto un quinquennale, si va a aggiungere a un pacchetto arretrato molto folto, che comprende già Koulibaly,Tonelli,Albiol e Chiriches, divenendo così il quinto centrale. Un pacchetto pronto a affrontare una lunga stagione che si svolgerà su tre fronti, oltre alle assenze che, Sarri spera, si limitino alla partenza di Koulibaly per la Coppa d’Africa tra Gennaio e Febbraio. Un pacchetto dal quale non si muoverà nessuno ( sfumata la possibilità Sampdoria per Chiriches, Albiol andrà in scadenza) e che punta a essere nuovamente rinforzato in futuro: ai dirigenti azzurri è stato offerto Rodrigo Caio, centrale brasiliano di 23 anni del San Paolo, più volte accostato in passato a Milan e Lazio. La risposta è stata negativa ma solo per il momento: il giocatore verrà seguito e se ne riparlerà probabilmente a Gennaio. Per quanto riguarda il reparto offensivo, si va verso una conferma di Gabbiadini e, quindi, lo stop di ogni trattativa in entrata che riguarda giocatori d’attacco. Il Napoli ha rifiutato l’ultima offerta dell’Everton per l’attaccante della Nazionale, che consisteva in 23 milioni più 2 di bonus, e a quel punto ha tolto Gabbiadini dal mercato, bloccando anche la trattativa per Kalinic, destinato a questo punto a rimanere a Firenze, con buona pace dei tifosi viola, già in fermento per la cessione di Marcos Alonso al Chelsea. Sta a Sarri ora rigenerare il ragazzo e farlo sentire importante dopo un anno passato all’ombra di Higuain: con lui e Milik i partenopei hanno due attaccanti di grande livello, molto giovani, capaci di fare la differenza in Italia e, si spera, di fare bella figura anche in Europa. In uscita il fratello minore di Insigne, Roberto, in direzione Carpi. Per quanto riguarda il discorso riguardante la porta l’agente di Luigi Sepe ( lo stesso di Valdifiori) ha confermato pochi giorni fa che al 99% il ragazzo rimarrà a Napoli a fare da secondo a Reina. Sfuma così ogni eventualità legata all’arrivo di Mauro Sportiello, destinato a rimanere all’Atalanta almeno per questa sessione di mercato.Fiorentina

  •   
  •  
  •  
  •