Mercato Milan, con il continuo slittamento per la vendita regna l’immobilità

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Silvio_Berlusconi_(2010)_croppedMercato Milan, dopo le voci di mancata cessione del club, subito smentite dall’advisor Gancikoff, oggi sono spuntati i nomi di un’altra cordata interessata al club di via Turati, il gruppo Fosun. Fininvest ha assicurato che la trattativa sta procedendo esclusivamente con il gruppo Galatioto e si spera di chiudere in due settimane, in tempo per mettere a segno qualche colpo di mercato e regalare qualche pedina nuova a Montella. L’ex tecnico di Fiorentina e Sampdoria, preferito a Brocchi proprio perché spingesse gli acquirenti ad accelerare i tempi della chiusura della trattativa, aspetta di poter ricevere nuovi giocatori che possano allungare la rosa a disposizione e soprattutto migliorarla. In difesa è tornato Paletta dall’Atalanta e sembra in dirittura d’arrivo il prestito di Gustavo Gomez dal Lanus, ma il reparto arretrato rossonero ha visto sfumare l’arrivo di Musacchio dal Villareal e sembra che neanche Arbeloa arrivi più, anche se essendo a parametro zero se ne può sempre riparlare. Ai vari nomi per la difesa si è aggiunto l’ex Juve Caceres, ma anche per lui si deve battere la concorrenza e di questi tempi non sembra sia il forte di Galliani. A centrocampo si spera in un’annata fatta di rivincite per Bertolacci: anche qui però non basta considerare l’ex genoa come un possibile nuovo acquisto, ai rossoneri sono stati accostati nell’ordine Borja Valero, Zielinski e Sosa, ma nessuno di questi per ora sembrano destinati a Milanello. L’attacco merita un discorso più ampio: Bacca è l’unico ad avere mercato e con la sua cessione potrebbero arrivare soldi freschi da reinvestire, anche se recentemente il Porto si è fatto avanti per Luiz Adriano e per una cifra tra i dieci e i dodici milioni l’attaccante brasiliano potrebbe partire. Con il ritorno di Matri, la conferma di Niang e l’arrivo di Lapadula, anche il reparto offensivo non può essere all’altezza delle dirette concorrenti per un posto in Europa. Si attendono, o meglio si sperano sviluppi per Cuadrado dal Chelsea, ma la sensazione è che se il closing continua a slittare c’è il serio rischio di arrivare al 31 agosto con una rosa addirittura indebolita rispetto alle stagioni precedenti. Dagli ambienti societari e dallo stesso Montella filtra ottimismo, mentre i tifosi sono sempre più sfiduciati e stanchi di questa situazione che va avanti sostanzialmente da due anni. In questo precampionato c’è stata la netta sconfitta contro il Liverpool, ma sono arrivate anche belle prestazioni contro Bayern e Chelsea, nonostante la sconfitta gli uomini di Montella si sono comportati bene contro i Blues, ma essendo amichevoli lasciano il tempo che trovano, il tempo scorre e la partita d’esordio contro il Torino di Mihajlovic si avvicina. Il Milan non si può permettere un altro anno fuori dalle competizioni europee e anche se senza dubbio Montella è un allenatore di ottimo livello alla rosa attuale dei rossoneri manca un giocatore di livello per reparto, senza dimenticare che in queste prime battute stagionali si è vista una panchina molto corta. Serve quindi il closing in tempi brevi con la cordata cinese cosicché anche Galliani possa tornare a dettar legge sul mercato, come non accade ormai dall’estate del 2010 quando arrivarono a Milanello Ibra, Thiago Silva e Robinho nel giro di pochissimi giorni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: