“Merci Paul e bonne chance”. Il saluto della Juventus a Paul Pogba

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Cessione PogbaE’ arrivata nella notte l’ufficializzazione del colpo di mercato dell’estate 2016. Paul Pogba si trasferisce al Manchester United a titolo definitivo dietro il pagamento, da parte del club inglese, di 105 milioni di euro pagabili in due anni. Il valore di acquisto del centrocampista francese potrà aumentare di 5 milioni di euro al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale.  Quella di ieri è stata una giornata molto lunga, iniziata con le visite mediche dell’ormai ex Juventus alla cui idoneità era legata la ratifica del contratto. Pogba rimarrà a Manchester per i prossimi cinque anni con un ingaggio da 15 milioni di euro a stagione.  Poche ore fa è arrivata l’ufficializzazione dell’affare anche da parte della Juventus. Il francese  lascia il club bianconero dopo aver conquistato quattro scudetti, due Coppa Italia e tre Supercoppa Italiana, oltre ad aver partecipato a una finale di Champions League, contribuendo con 28 gol in 124 presenze.

Il comunicato della Juventus.

“Agilità. Potenza. Classe.  E potremmo andare avanti a lungo nell’elenco delle qualità e delle doti in campo di Paul Labile Pogba, che per quattro anni ha deliziato, domenica dopo domenica, il pubblico dello Juventus Stadium e di tutti i campi d’Italia con le sue giocate, le sue invenzioni, la sua classe, appunto. In campo e fuori, Paul è uno di quei giocatori che non si dimenticano, e che restano impressi nell’immaginario collettivo, tanto per quelle sassate improvvise da lontano, che gli sono valse l’appellativo Pogboom, quanto per il suo estro, per esempio nelle esultanze (la sua PogDance prima, e la Dab Dance poi, hanno contagiato tutti). Con la Juventus ha conquistato nove trofei, dei dieci messi in bacheca negli ultimi cinque anni: quattro scudetti, due Coppe Italia, tre Supercoppe italiane. A Torino Pogba ha trovato l’ambiente ideale per crescere, in modo esplosivo, e per giocare moltissimo, se è vero che solo Bonucci e Buffon hanno disputato più delle sue 178 presenze dal 2012, in tutte le competizioni. Centrocampista totale, è stato al contempo schermo a protezione della difesa (1152 palloni recuperati) e motore dell’azione offensiva (416 conclusioni, 32 assist e 34 gol). Le quattro stagioni vissute insieme non si potranno dimenticare. E ora che ha deciso di proseguire la sua esperienza professionale altrove, non possiamo che salutarlo con affetto e ringraziarlo per la splendida avventura che abbiamo condiviso. Merci Paul et bonne chance”.

Di segno opposto, caratterizzato da grande entusiasmo, è stato invece il comunicato ufficiale del Manchester United e le prime parole del nuovo tecnico di Pogba, Josè Mourinho

“Il Manchester United ha il piacere di annunciare che Paul Pogba ha completato il suo trasferimento dal club italiano Juventus. Paul entra con un contratto di cinque anni, con l’opzione di una proroga per un altro anno. Paul, 23 anni – ricorda il Manchester United nell’annuncio ufficilae del trasferimento di Pogba – è stato con la Juventus per quattro stagioni,, con 124 presenze e 28 gol. Era passato ai Bianconeri dallo United nel 2012. Il centrocampista e’ stato convocato dalla nazionale francese 38 volte, segnando 6 gol, e ha fatto parte della squadra giunta in finale a Euro 2016″.

“Paul è uno dei migliori giocatori del mondo e sarà un giocatore chiave dello United che voglio costruire per il futuro. – ha commentato Mourinho – E’ veloce, forte, segna e legge il gioco meglio di molti giocatori più vecchi di lui. A 23 anni, ha la possibilità di fare suo quel ruolo per molti anni. E’ giocane e continuerà a migliorare, ha la possibilità di entrare nel cuore di questo club per la prosisma decade e oltre”

  •   
  •  
  •  
  •