Milan, è fatta per Sosa. Firmati i contratti per il trasferimento dell’argentino

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Josè Ernesto SosaSi è chiuso positivamente il pomeriggio milanese dell’agente di Josè Sosa, il centrocampista argentino sempre più vicino al Milan.  Questo pomeriggio è arrivata la chiusura dell’accordo per il trasferimento del giocatore del Besiktas al Milan. Teatro dell’accordo è stata Casa Milan dove l’amministratore delegato del club rossonero, Adriano Galliani, ha firmato i contratti per il trasferimento di Sosa insieme all’agente del centrocampista. L’accordo tra Milan e Besiktas è stato raggiunto per una cifra attorno ai 7,5 milioni di euro. Sosa arriverà domani a Milano per sostenere le visite mediche.
Alla fine il braccio di ferro tra Sosa e Besiktas, con il Milan spettatore interessato, l’ha vinto l’ex giocatore di Napoli e Bayern Monaco. La sua voglia di cambiare aria è stata esaudita ed il Besiktas ha dovuto accettare l’offerta dei rossoneri, un po più bassa rispetto alle richieste turche.  I rossoneri sono tornati forte sul giocatore negli ultimi giorni dopo i tentativi avviati con il Boca Juniors per provare a portare a Milan Rodrigo Bentancur. Le difficoltà di questa operazione alla fine hanno spinto i rossoneri a tornare sui propri passi e puntare su Sosa, obiettivo rossonero seguito sin dall’inizio della sessione estiva del calciomercato.
Sosa, passaporto argentino, occuperà l’ultimo posto libero per un extracomunitario in organico, chiudendo così agli arrivi di Cuadrado (il grande sogno) e di Bentancur (trattato negli ultimi giorni). L’arrivo del centrocampista rappresenterà, molto probabilmente, l’ultimo colpo di mercato dell’estate rossonera. La svolta societaria, con l’arrivo del gruppo cinese e l’addio di Silvio Berlusconi, non ha partorito grossi ed importanti innesti nella rosa rossonera. Sono arrivati Vangioni e Gomez in difesa, Sosa a centrocampo e Lapadula in attacco. Nomi non di primissimo livello che si aggiungono ad una rosa che, lo ricordiamo, la scorsa stagione non ha centrato l’accesso alle competizioni europee. Questi nomi basteranno per far tornare il Milan in Europa e competere in Italia con le prime della classe? Sarà il campo a dare la risposta. A Montella, invece, spetterà il difficile compito di trasformare una squadra “mediocre” in un gruppo in grado di ben figurare nel prossimo campionato di serie A che partirà domenica subito con un incrocio “pericoloso”, quello con l’ex tecnico rossonero Mihajlovic.
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: