Pogba fa uscire l’unico italiano dalla Top20 degli acquisti più costosi di sempre

Pubblicato il autore: Giovanni Romagnoli Segui

Cessione Pogba
Tanto tuonò che piovve, alla fine Pogba ha lasciato ufficialmente la Juventus per accasarsi nuovamente al Manchester United di Mourinho che ha deciso di mettere sul piatto ben 110 milioni di Euro (105 più bonus) che fanno ricche le casse della Juventus e  che costringono giocoforza anche a riscrivere la classifica degli acquisti più costosi di sempre nel mondo del calcio.

Curioso come la Juventus abbia acquistato Pogba proprio dal Manchester United, praticamente a costo zero, quando nel 2012 ancora era solo un talento dal futuro tutto da decifrare, dando vita così ad una plusvalenza colossale.

Pogba in questa classifica ci entra a gambe tese mettendo tutti in fila dietro di lui superando di circa 10 milioni di Euro l’acquisto di Gareth Bale per il quale il Real Madrid, nel 2013, ne mise sul piatto 101 per strapparlo al Tottenham.
Superati anche altri mostri sacri come Cristiano Ronaldo, anche lui colpo ad effetto dei Blancos che nel 2009 lo prelevarono dal Manchester United per 96 milioni di Euro. E proprio il Real Madrid ci ha provato fino all’ultimo a completare il podio, ma evidentemente non era scritto che Zidane potesse avere alla sua corte il giovane connazionale.
L’ultimo gradino del podio, che ora spetta al portoghese, fino a pochi giorni fa era invece occupato da Higuain strappato dalla Juventus al Napoli per ben 90 milioni di Euro, di gran lunga la cifra più alta mai sborsata da una società italiana in sede di calcio mercato.

E proprio aprendo il capitolo azzurro, l’acquisto di Pogba fa uscire dalla Top20 l’unico italiano presente. Nel giro degli acquisti e cessioni iniziato a domino nel 2001 dopo la cessione di Zidane da parte della Juventus nemmeno a dirlo al Real Madrid, i bianconeri acquistarono Buffon dal Parma per 100 miliardi di Lire, circa 53 milioni di Euro. E quella ancora è ad oggi l’operazione più importante che ha riguardato un giocatore italiano. Dato che dovrebbe far riflettere.
Indicativo del momento che sta attraversando il nostro calcio è anche il fatto che nei primi 40 trasferimenti più costosi di sempre solo 5 vedono una società del Bel paese come acquirente; movimenti tra l’altro fatti spesso all’interno dei confini nazionali.

Impressionante invece la massiccia presenza della Spagna che con Real Madrid e Barcellona hanno dominato e dominano questa particolare classifica con acquisti, oltre a quelli già citati, di nomi, tra gli altri, del calibro di Suarez e Neymar. Non stanno a guardare nemmeno le Società inglesi con in testa la città di Manchester che grazie allo United si prendono la testa e al City che occupa diverse posizioni di vertice.
Non trascurabile nemmeno la Francia che grazie ai pesanti investimenti del Paris SG è tra le protagoniste di ogni sessione di mercato.

Altro dato curioso è che nell’ultima sessione di mercato la classifica dei Top20 è stata riscritta 4 volte, non solo infatti è stato “stravolto” il podio, ma anche nelle retrovie dei più costosi si sono inseriti altri due giocatori. Di questi uno è nuovo, ed è John Stones acquistato dal Manchester City per quasi 56 milioni di Euro dall’Everton, mentre l’altro, già in classifica è Hulk, passato nel nel 2012-13 per 55 milioni dal Porto allo Zenit e per una cifra di poco superiore (quasi 56) dallo Zenit al SIPG in estate.

Ancora qualche giorno per le Società per entrare in questa particolare classifica. Chissà che non debba essere ritoccata nuovamente prima della chiusura del mercato estivo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Khedira entra nel mirino del Milan: la Juve aspetta