Sampdoria, ecco di nuovo Dodô. La biografia del brasiliano

Pubblicato il autore: Matteo Rosagni Segui

Il terzino brasiliano classe ’92 rientra alla Sampdoria, in prestito, con obbligo di riscatto, fino al 2018. La biografia del calciatore verdeoro.

Dodô alla Sampdoria, nel Gennaio 2016

Dodô alla Sampdoria, nel Gennaio 2016

Dodô è un giocatore della Sampdoria. Quantomeno fino al prossimo Gennaio, il difensore brasiliano sarà a disposizione di Mister Marco Giampaolo e della causa blucerchiata, con la maglia numero 5. Proprio ieri, la Società di Corte Lambruschini ha ufficializzato il suo ingaggio, con un comunicato sul sito ufficiale blucerchiato sampdoria.it:

L’U.C. Sampdoria comunica di aver acquisito a titolo temporaneo biennale con obbligo di riscatto dal F.C. Internazionale Milano i diritti alle prestazioni sportive del calciatore José Rodolfo Pires Ribeiro Dodô (nato a Campinas, Brasile, il 6 febbraio 1992).

Il difensore sarà a disposizione di mister Marco Giampaolo a partire dall’odierno allenamento pomeridiano in programma al centro sportivo “Gloriano Mugnaini” di Bogliasco.

Già alla Sampdoria nella scorsa Stagione, arrivato durante la sessione invernale di calciomercato, Dodô ha collezionato 17 presenze in maglia blucerchiata, dividendo le opinioni del pubblico doriano: alcuni, dopo una scarsa fiducia iniziale, si sono ricreduti di fronte a prestazioni spesso molto più che convincenti, mentre altri, più pretenziosi, hanno mantenuto freddezza nei giudizi sul giocatore. Tornato poi lo scorso Giugno alla base Inter, Società che ne detiene il cartellino, Dodô ora si allenerà in quel di Bogliasco. Queste le sue dichiarazioni da giocatore nuovamente blucerchiato, rilasciate a Samp TV, l’emittente ufficiale della Sampdoria:

Arrivare così, con una formula di contratto diversa, mi dà più fiducia perché è stata una scelta definitiva, quindi la società ha puntato su di me e io sono contento. Anch’io ho scelto la Samp, perché qui mi sento bene e spero di far bene.

Avrei voluto arrivare prima, però è andata così e ora ho questa settimana per prepararmi insieme alla squadra e iniziare un campionato in cui voglio fare bene. Il Mister lo conosciamo bene e anche l’anno scorso con l’Empoli giocava molto bene: ha messo in difficoltà anche le grandi squadre, quindi speriamo di poter fare questo bel gioco anche qui. È un vantaggio conoscere già l’ambiente e la gente che lavora alla Samp. Ho poco tempo per iniziare il campionato, ma ho il vantaggio di conoscere quasi tutti.

L’anno scorso è stato un campionato difficile e quando sono arrivato io le cose già non andavano benissimo – riporta Sampdorianews.net – però alla fine siamo riusciti a salvarci, che era la cosa importante, quella che contava. Quest’anno invece partirò dall’inizio e voglio fare un campionato migliore.

Purtroppo non ho fatto tutte le amichevoli con l’Inter, ma a livello fisico ho svolto tutti gli allenamenti da inizio luglio, quindi fisicamente sto bene. Mancherà qualcosa come partite, ma sono piccoli dettagli che vedremo col mister e il suo staff“.

Dodô in maglia blucerchiata

Dodô in maglia blucerchiata

Ma chi è dunque José Rodolfo Pires Ribeiro, detto appunto Dodô? Il ragazzo nasce a Campinas, in Brasile, il 6 Febbraio 1992. Difensore terzino mancino, la sua carriera calcistica inizia nelle giovanili del Cruzeiro, per poi trasferirsi, nel 2007, a quelle del Corinthians. Col Time do Povo, il 4 Marzo 2010, esordisce in prima squadra, in una gara disputata contro il Botafogo. Nel 2011 si trasferisce in prestito al Esporte Clube Bahia, club di Salvador, dove trova continuità di gioco e le prime reti in carriera. Il 16 Novembre dello stesso anno però subisce un grave infortunio al legamento crociato anteriore, che lo terrà fermo fino a metà del 2012, quando avverrà, svincolato dal Corinthians, il suo trasferimento in Italia, alla Roma, ove resterà fino al 2014, collezionando 35 presenze tra campionato e Coppa Italia.

Dodô in azione con il Cortinthians, nel 2010 Autore: Léo Pinheiro

Dodô in azione con il Cortinthians, nel 2010
Autore: Léo Pinheiro

Nel Luglio del 2014 viene acquistato dall’Inter per 1,2 milioni di euro, con obbligo di riscatto fissato a 7,8 milioni alla prima presenza ufficiale del giocatore. Resta in nerazzurro fino al Gennaio di quest’anno, quando si trasferisce alla Sampdoria in prestito secco. Con la Beneamata, gioca 29 volte, tra Serie A, Coppa Italia ed Europa League ed è proprio in questa competizione europea che mette a segno due reti, una contro il  Stjarnan, all’esordio in maglia nerazzurra ed un’altra contro il Saint-Étienne. E’ stato convocato nelle nazionali brasiliane U17 (7 volte) e U20 (3 volte), mettendo a segno una rete e vincendo il Campionato sudamericano di calcio Under-17, disputatosi in Cile nel 2009.

Presenze e reti nei club dove Dodô ha militato, da Wikipedia

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009 Corinthians A1/SP+A 0+4 0 CB 0 0 4 0
2010 A1/SP+A 2+0 0 CL 0 0 2 0
2011 Bahia PD/BA+A 11+15 1+1 CB 6 0 32 2
2012 Corinthians A1/SP+A 0+0 0 CB 0 0 0 0
Totale Corinthians 6 0 0 0 0 0 6 0
2012-2013 Roma A 11 0 CI 4 0 15 0
2013-2014 A 19 0 CI 1 0 20 0
Totale Roma 30 0 5 0 35 0
2014-2015 Inter A 20 0 CI 2 0 UEL 6 2 28 2
2015-gen.2016 A 0 0 CI 1 0 1 0
Totale Inter 20 0 3 0 6 2 29 2
gen.2016-giu.2016 Sampdoria A 17 0 17 0
2016-2017 A 0 0 CI 0 0 0 0
Totale Sampdoria 17 0 0 0 17 0
Totale carriera 99 2 14 0 6 2 119 4
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: