Sampdoria, Ferrero: “In arrivo un difensore”

Pubblicato il autore: Matteo Rosagni Segui

Massimo Ferrero, Patron della Sampdoria, gioisce per la bella vittoria dei blucerchiati contro l’Empoli e promette l’arrivo di un difensore per completare la rosa

Massimo Ferrero, Presidente della Sampdoria dal 2014

Massimo Ferrero, Presidente della Sampdoria dal 2014

Ciak Sampdoria, si gira. E buona la prima! Ieri sera in quel del “Franco Castellani” di Empoli, i ragazzi di blucerchiato vestiti agli ordini di Mister Marco Giampolo, hanno giocato convincendo, in una partita non facile, andando ad imporsi sui padroni di casa per una rete a zero, siglata da uno strepitoso Luis Muriel al 37° minuti del primo tempo. Nonostante la bella vittoria in terra toscana, la rosa però va ancora rinforzata, sopratutto nel reparto difensivo, con quel posto vacante rimasto tale a causa della prematura partenza di Leandro Castan. Questo il DS blucerchiato Carlo Osti lo sa e con tale obiettivo lavorerà, in questa ultima, calda, settimana di calciomercato estivo. Ma lo sa anche il Presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, che nel post partita, ai microfoni di Samp TV, ha dichiarato che

ora pensiamo a un bel difensore, poi abbiamo completato l’opera“.

Chi potrà essere il nuovo baluardo difensivo per la difesa dei Marinai della Superba? Il nome attualmente più caldo pare essere quello di Matteo Bianchetti, difensore centrale di proprietà del Hellas Verona. Classe 1993, comasco, Bianchetti cresce prima nelle giovanili di compagini della sua terra natale, quali Como e Corsico, per poi trasferirsi all’Inter, dove trova anche convocazioni in prima squadra, senza però mai esordire. Acquistato dal Verona nel 2013, viene mandato a farsi le ossa a Spezia ed Empoli, prima di tornare nelle file dei Butei nel 2015 e disputare coi gialloblu 23 gare, segnando anche un gol. Bianchetti è stato anche nazionale U21, dal 2013 al 2015, con 21 presenze in maglia azzurra.

Nei giorni scorsi però pareva essersi riacceso anche l’interesse per Federico Barba. Difensore centrale mancino, che può essere utilizzato anche come terzino sinistro, nasce a Roma nel 1993 e cresce nelle giovanili dei giallorossi capitolini, per poi trasferirsi a Grosseto ed esordire in prima squadra. Acquistato dall’Empoli nel 2013, degli azzurri toscani ne è tutt’ora la proprietà del cartellino. Barba ha nel suo curriculum anche mezza stagione giocata all’estero, allo Stoccarda, essendo stato girato in prestito ai tedeschi dall’Empoli ad inizio 2016. Un suo arrivo in blucerchiato sarebbe accolto con favore da Mister Marco Giampaolo, che già lo ha allenato lo scorso anno proprio in Toscana. Anch’egli nazionale U21.

Di maggiore esperienza è invece un terzo nome accostato alla Sampdoria per rimpolparne le file difensive: si tratta di Michał Pazdan, calciatore polacco classe 1987. Nativo di Cracovia, Pazdan è in grado di ricoprire sia il ruolo di difensore che quello di centrocampista. Attualmente è di proprietà del Legia Varsavia e vanta 19 convocazioni in nazionale maggiore polacca. Un jolly che potrebbe fare molto comodo a Marco Giampaolo, ma per ora sembra comunque essere la pista più fredda.

Infine, anche Marios Oikonomou, calciatore greco classe 1992, di proprietà del Bologna, pareva essere entrato ultimamente nelle mire del DS Carlo Osti. Forte nel gioco aereo, vanta convocazioni in nazionale ellenica.

Se Bianchetti è il favorito, nulla esclude un arrivo di altri nomi, con o senza l’approdo del comasco in blucerchiato. Quel che è certo è che un difensore arriverà, la retroguardia blucerchiata lo brama e il Presidente Massimo Ferrero l’ha promesso.

Le dichiarazioni di Massimo Ferrero a Samp TV nel post Empoli-Sampdoria

  •   
  •  
  •  
  •