Serie A, il borsino delle squadre a meno di due settimane dal via

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Paul_Pogba_20140816Serie A, il 20 agosto si torna in campo, tra acquisti, cessioni e cambi societari le 20 protagoniste della nuova stagione si presentano in maniera diversa ai nastri di partenza. Andiamo a vedere squadra per squadra cosa si devono aspettare i tifosi all’inizio di questo nuovo campionato.
L’Atalanta può contare sull’esperienza di Gasperini in panchina e sui gol di Paloschi in attacco, a centrocampo sono partiti Cigarini e De Roon, ma gli orobici possono puntare ad una salvezza tranquilla.
Il Bologna dopo Giaccherini quasi sicuramente si dovrà privare anche di Diawara, ma queste cessioni potrebbero finanziare un paio di buoni colpi a centrocampo e in attacco; anche i felsinei possono salvarsi tranquillamente.
Il Cagliari si sta muovendo bene sul mercato e anche se è una neopromossa potrebbe regalare sorprese ai propri tifosi; l’obiettivo è la permanenza nella massima serie.
Il Chievo ha ripreso Sorrentino tra i pali, per il resto la rosa è la stessa dell’anno scorso, ma la salvezza è ampiamente alla portata degli uomini di Maran.
Il Crotone arriva da Cenerentola in Serie A e proverà il difficile miracolo salvezza.
L’Empoli anche sembra un po’ in ritardo rispetto alle altre concorrenti per la salvezza, gli esperti Gilardino e Pasqual proveranno a dare una mano.
La Fiorentina ha sostanzialmente le stesse pedine dell’anno scorso e a dire il vero è difficile aspettarsi qualcosa di più dell’Europa League.
Il Genoa ha Juric al posto di Gasperini in panchina, mentre sul mercato a differenza degli anni passati Preziosi sta facendo poco; è una delle squadre che parte con un grosso punto di domanda.
L’Inter ha un’ ottima rosa con gli arrivi soprattutto di Candreva e Banega, ma i cambi societari e in panchina, oltre al caso Icardi, hanno lasciato qualche dubbio su quest’inizio di stagione; l’obiettivo però non può che essere la qualificazione in Champions.
La Juve è la grande favorita, nonostante la partenza di Pogba i bianconeri hanno già prenotato il sesto scudetto consecutivo grazie ai colpi Pjanic, Benatia, Higuain, Dani Alves e Pjaca.
Per Lazio e Milan si può fare più o meno lo stesso discorso: mercato al risparmio con pochi colpi e qualificazione in Europa che sembra oggettivamente distante.
Il Napoli ha perso Higuain, ha le grane Insigne e Koulibaly, ma può puntare su Sarri, Gabbiadini e Milik; lo scudetto è un sogno e poco più, la qualificazione in Champions è alla portata.
Il Palermo ha visto andar via Vazquez e prova a puntare su alcuni giovani di belle speranze; i rosanero sono un’incognita, ma rischiano seriamente la B.
L’ultima neopromossa è il Pescara che si sta muovendo molto sul mercato e anche se non ha più Lapadula può tentare la salvezza.
La Roma vuole puntare su Strootman per sostituire Pjanic, mentre in difesa Vermaelen e Juan Jesus hanno rinforzato il reparto; per puntare al secondo posto o addirittura qualcosa di più servirà Dzeko in versione Manchester City.
La Sampdoria può essere la sorpresa del campionato, infatti Giampaolo fa giocare sempre bene le sue squadre e ha a disposizione una rosa di qualità.
Il Sassuolo dovrà sostituire degnamente Sansone e allungare la panchina se vuole affrontare il doppio impegno e confermare la bellissima cavalcata dell’anno scorso.
Il Torino ha un fantastico attacco e il carisma di Mihajlovic in panchina, anche i granata partono sotto i migliori auspici.
L’Udinese punta ad un campionato tranquillo, l’unica vera novità è Iachini al posto di Colantuono.
Tra undici giorni allacciate le cinture, la Serie A riparte.

  •   
  •  
  •  
  •