Suso: “Voglio rimanere al Milan”. Nel frattempo continua lo stallo sulla cessione della società

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

173528358-4901169b-4dbb-40fe-907a-78432fcc5dcc

A tener banco, in casa Milan, continuano ad essere le vicenda societarie, facendo cadere in secondo piano il lavoro svolto sul campo da Montella e la squadra.
Fra i vari giocatori che si stanno impegnando negli allenamenti, spicca un certo Suso, tornato dal prestito al Genoa, e su cui l’allenatore campano sembra puntar molto.

Intervistato da Milan Tv, il giocatore spagnolo è apparso fiducioso per il futuro dei rossoneri: “Sta andando tutto per il meglio. Stiamo migliorando soprattutto dal punto di vista fisico. Credo che una squadra come la nostra, contro le altre squadre italiane, dovrà cercare di tenere sempre la palla. Questo è quello che ci chiede il mister e lo stiamo facendo sempre meglio. Sto lavorando molto per cercare di migliorare. Credo che questo sia un momento molto positivo per la mia carriera e credo di avere la possibilità di fare bene nel Milan. Voglio stare in questa squadra. Montella? Il Mister vuole che la squadra tenga sempre il pallone, in questo assomiglia molto ai tecnici spagnoli. È un allenatore a cui piace giocare bene e credo che questo sia importante per una grande squadra come la nostra. Contro il Bayern abbiamo giocato una buona partita, contro il Liverpool un po’ meno però siamo sulla buona strada, queste partite servono per migliorare. Il Chelsea? Contro il Chelsea sarà una gara altrettanto difficile. Le squadre inglesi sono veloci e molto forti fisicamente. Hanno iniziato la preparazione prima di noi però sono sicuro che daremo il massimo, cercando di far bene sia fisicamente che mentalmente. Obiettivi? Per prima cosa viene l’obiettivo di gruppo: l’importante è vincere, indipendentemente dai miei gol. Sono sicuro che con la giusta continuità arriveranno anche quelli“.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

E’ innegabile, però, che ci si aspettava ben di più dal calciomercato e, probabilmente, il primo che si attendeva qualche rinforzo di qualità è lo stesso Montella. Come già accennato, tutto ruota attorno al passaggio di consegne della Società Milan. In quest’ottica, l’ex rossonero Angelo Carbone, seppur dispiaciuto per la cessione di Silvio Berlusconi, si auspica che avvenga il prima possibile, per poter sbloccare il mercato in entrata: I 30 anni della presidenza Berlusconi hanno fatto la storia del calcio mondiale. La società ha vinto trofei ma ha lasciato anche una impronta sul gioco. Dispiace che finisca l’era Berlusconi, ma fa parte del calcio. Tante squadre sono finanziate da capitali esteri. Se il ritardo del passaggio di proprietà penalizza il mercato? Penalizza tantissimo. Al momento non ci sono capitali a disposizione, il mercato è fermo e questa non aiuta la programmazione della squadra. In questo momento, da tifoso, dispiace. Speriamo che presto possa chiudersi tutto e che il Milan possa fare una buona campagna acquisti. Questo stallo è un problema, per i tifosi ma anche dal punto di vista commerciale. Senza Europa, anche a livello commerciale ci sarebbero svantaggi. Speriamo che si riesca a chiudere a breve il passaggio di proprietà per muoversi in sede di mercato”.

Leggi anche:  Gol più veloci della storia Serie A, Lozano agguanta il podio: ma comanda Leao

Un nuovo incontro fra le parti si svolgerà il 16 di Agosto. Montella dovrà, quindi, fare ancora di necessità virtù.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,