Clamoroso in Serie B: Di Natale vicino alla Spal!

Pubblicato il autore: matteo lanzi Segui

La Spal potrebbe farsi, anticipatamente, il regalo Di Natale. In qualunque modo questa frase venga letta, il senso è sempre giusto: Totò Di Natale potrebbe tornare a giocare , da qui a breve,a livello professionistico,ripartendo dalla Serie B e dalla  società emiliana. L’ex giocatore della Nazionale ha terminato a Giugno la sua esperienza con l’Udinese causa fine contratto. Un’esperienza che ha segnato nel profondo sia la parte umana  che quella professionale di Totò :385 partite con la maglia friulana impreziosite da 191 goal,dalla fascia di capitano e sopratutto dall’amore incondizionato della gente, che lo ha eletto a proprio beniamino difendendolo sempre, nonostante tutte le malignità che aleggiavano sui suoi continui e lunghi infortuni durante l’ultima stagione.Dopo l’addio alla maglia bianconera,però, Di Natale non ha mai annunciato il suo effettivo ritiro dal calcio, nonostante spesso venisse considerata imminente tale dichiarazione.Attualmente l’attaccante napoletano è svincolato e,perciò, libero di accasarsi con qualunque squadra.Negli ultimi tempi tanti team sono stati avvicinati alla figura dell’ex friulano, ma adesso un’ipotesi sembra essersi fatta più concreta di altre..

Leggi anche:  Serie B a 21 squadre dal prossimo anno? Ghirelli si oppone.

Il sogno emiliano.

Domenica scorsa,al Paolo Mazza di Ferrara, si è giocata Spal-Vicenza, esordio casalingo stagionale per gli emiliani guidati da Semplici, terminata 3-0 per i padroni di casa. Tutto normale, se non fosse per un particolare: in tribuna, a seguire la partita con un particolare interesse, c’era proprio lui, Totò Di Natale, il quale, secondo indiscrezioni, avrebbe avuto modo nel post-gara di confrontarsi con i dirigenti dei biancoazzurri, e in particolar modo con il direttore sportivo Vagnati. L’ex attaccante della nazionale sarebbe rimasto affascinato dal progetto mostratogli dalla dirigenza della Spal e avrebbe dato la sua disponibilità al ritorno in campo.Il fantasista napoletano, ormai prossimo ai 39 anni, dopo aver rifiutato una ricca offerta dagli indiani del Pune City, sembra invece pronto a accettare la sfida della Serie B, un campionato difficile, con molti giovani sicuramente più freschi dal punto di vista atletico, ma dove la classe infinita dell’ex numero 10 friulano può certamente fare ancora la differenza. Sarebbe un nuovo inizio per Di Natale, e sicuramente un modo affascinante per mettere da parte la parentesi friulana e provare a essere ancora protagonista, ancora in provincia, come quasi sempre gli è capitato in carriera. Una carriera alla quale è mancato solo il grande salto..

Leggi anche:  Lazio Yazici, il turco del Lille che fece tripletta al Milan piace molto a Tare

Di Natale addio
Tanto talento, tanti numeri, poche gioie.

Ripercorrendo la carriera di Totò Di Natale, non conoscendo le squadre dove ha giocato, si penserebbe sicuramente che l’attaccante napoletano abbia in bacheca 2-3 scudetti e anni di partecipazione alla Champions. Niente di tutto ciò:oltre all’argento europeo (ottenuto con la Nazionale al torneo continentale del 2012), la bacheca dei trionfi del sesto giocatore con più goal nella storia della Serie A con 209 reti resta amaramente vuota. Non ha mai voluto fare il grande salto il numero 10 napoletano, che ha più volte rifiutato maglie prestigiose come quelle di Roma, Napoli e Juventus pur di rimanere nella sua Udine, dove ha costruito un famiglia ed è diventato un simbolo, togliendosi la soddisfazione di vincere per due anni consecutivi  la classifica marcatori della Serie A (2009-2010 e 2010-2011). E se ora ci sarà un nuovo inizio, auguri Totò, vai e stupisci di nuovo, perchè in un modo di mercenari e voltagabbana, gente come te che sa ancora emozionare e rimanere più attaccato alla maglia che ai soldi ne serve,a prescindere dall’età.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: