Juventus, mercato da regina: giocatori, cifre e numeri

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui

6b00e2d61c1439f66ad678e7cad946fa-076-k6dG-U100146764578Te-620x349@Gazzetta-Web_articoloBeppe Marotta, ancora una volta autore di una campagna acquisti di alto profilo

JUVENTUS, MERCATO DA INCORNICIARE
:
Conclusosi il mercato, è tempo di bilanci. A designare la Società che può essere considerata la regina di quest’ultimo mercato non è poi così difficile. La Juventus è senza dubbio il club che ha saputo muoversi meglio, sia in entrata che in uscita. L’accoppiata Beppe Marotta e Fabio Paratici ancora una volta non ha deluso è ha consegnato nelle mani di Massimo Allegri una rosa altamente competitiva. Anche se non è arrivato Witsel, che sarebbe stato la ciliegina sulla torta, l’organico complessivo della Juventus appare senza dubbio rafforzato rispetto all’ultima stagione. Toccherà, adesso, al campo confermare o meno quella che pare essere a tutti gli effetti una delle più complete campagne acquisti degli ultimi anni in Italia.

Leggi anche:  Milan, riflettori puntati sull'attaccante francese

IL MERCATO IN ENTRATA:
In entrata il colpo è stato Gonzalo Higuain, soffiato al Napoli pagando l’intera clausola rescissoria di oltre 90 milioni di euro. “El Pipita” con Dybala formano una delle coppie d’attacco più forte nel panorama europeo. Non da meno l’arrivo di Miralem Pjanic, portato via alla Roma, per rinforzare la linea mediana.
Due operazioni “capolavoro”, visto che hanno chirurgicamente indebolito le principali rivali per la corsa allo Scudetto. Come se non bastasse, sono arrivati anche Medhi Benatia e Juan Cuadrado, oltre alla giovane promessa croata Marko Pjaca.

IL MERCATO IN USCITA:
Se gli arrivi sono stati di alto profilo, da elogiare anche le operazioni che hanno “alleggerito” l’organico bianconero. Il colpo in uscita è stato sicuramente quello di Paul Pogba al Manchester City. Arrivato praticamente a zero, è stato venduto agli inglesi per oltre 100 milioni di euro, cifra record, che ha permesso alla Juventus di effettuare una plusvalenza senza precedenti. Sono stati ceduti, poi, giocatori che a Torino erano delle secondo scelte, ma a caro prezzo. Assieme al francese, hanno fatto le valige Pereyra, Padoin, Morata e l’attaccante azzurro Zaza. Così facendo sono entrati nelle casse bianconere oltre 150 milioni. Cifre a dir poco uniche in Italia. Il saldo finale, quindi, è nettamente positivo.

Leggi anche:  Carnevali su Locatelli: "Andrà via solo alle nostre condizioni"

IL PARERE DEGLI ADDETTI AI LAVORI:
Roberto Pruzzo:Se devo dare un voto, il più adeguato è 8. Ha fatto quel che doveva fare. Hanno provato a prendere Witsel ma secondo me senza neanche troppa convinzione dato che tra sei mesi lo possono prendere a zero euro e non ti cambia tanto la squadra. Poi la Juve ha già Marchisio“.

Fernando Orsi: “Se devo dare un voto, do ai bianconeri un 8,5 di protesta. Sapevano che Pogba andava via e non sono riusciti a rimpiazzarlo. Hanno provato con Matuidi senza successo. In Italia magari a centrocampo non avranno problemi ma in Europa uno come Witsel avrebbe fatto comodo. Serviva fisicità e i gol che Pogba faceva“.

Giorgio Perinetti: “I colpi del mercato bianconero fanno rima con la lungimiranza della società, con la voglia di non accontentarsi e con il desiderio di puntare alla Champions League, consolidandosi in Italia. La Juve ha lavorato in maniera strepitosa, credo che nessuno oggi possa dire di poter competere con i bianconeri, almeno sulla base del mercato messo in atto“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: