Mercato Inter, tra ottimi acquisti e cessioni bloccate

Pubblicato il autore: Aldo Loviselli Segui

FC Internazionale v US Citta di Palermo - Serie A
La campagna acquisti dell’Inter, dopo Banega, Ansaldi, Candreva, e dopo l’arrivo della cordata cinese della Suning ha subito un’accelerata mostruosa con gli acquisti di Joao Mario e Gabriel Barbosa Almeida (più di 70 milioni spesi solo per il portoghese e per l’attaccante brasiliano).
L’oneroso esborso per l’ex centrocampista dello Sporting Lisbona, Joao Mario, e la superba gara contro Gibilterra del suo Portogallo non ha fatto che accrescere la grande attesa che i tifosi nerazzurri nutrono nel veder giocare il talentuoso centrocampista portoghese con la sua nuova maglia di club. Beh, non bisognerà attendere molto per vederlo all’opera, infatti persone vicine al giocatore ci informano che Joao Mario sta attraversando un ottimo momento di forma grazie anche al duro lavoro svolto nelle poche vacanze estive. Se questo basterà per convincere Frank De Boer, allora non stupiamoci di vederlo con una maglia da titolare, dopo la sosta per le nazionali, contro il neopromosso Pescara, soprattutto vista la difficoltà di Medel nel ricoprire il ruolo di mezzala nel centrocampo del tecnico olandese.
Per vedere invece Gabriel Barbosa Almeida, meglio conosciuto come Gabigol, con la maglia dell’Inter dovremmo aspettare il 25 settembre, giorno in cui l’Inter affronterà a San Siro il Bologna. L’attaccante brasiliano infatti si aggregerà alla sua nuova squadra proprio prima della gara contro la squadra di Roberto Donadoni, saltando nell’ordine: Pescara, Hapoel Be’er Sheva (Europa League) e Juventus. Intanto anche il presidente nerazzurro, Erick Thohir, ha voluto dare il suo benvenuto a Gabigol.
Siamo orgogliosi del fatto che Gabigol abbia scelto il progetto dell’Inter per affermarsi in un’altra realtà – continua il Tycoon a Inter.it – e sono convinto che mostrerà il suo valore e il suo talento anche con noi dopo averlo fatto con il Santos e con la Seleçao. Il suo contributo sarà fondamentale per il presente e per il futuro di questo club. L’Inter è da sempre attenta ai giovani e credo che Frank De Boer sia l’allenatore giusto per valorizzare talenti come lui“.
Il mercato in uscita, però, non ha visto le partenze di Jovetic, Brozovic dati come sicuri partenti insieme a Ranocchia e Medel.
Marcelo Brozovic dopo le voci che lo volevano in Inghilterra, anche perchè l’Inter non ha mai preso in considerazione l’opzione Juventus, resterà in nerazzurro firmando addirittura il rinnovo sul suo contratto a 2,5 milioni di euro a stagione e con una clausola, solo verso l’estero, di 50 milioni di euro. Lo stesso centrocampista croato nel suo profilo Facebook sembra essere felice di questa soluzione pubblicando: “ Ancora insieme per vincere“.
Discorso diverso per Jovetic. Il suo trasferimento è saltato, per problemi d’ingaggio, nelle ultime ore del calciomercato quando il suo approdo alla Fiorentina o al Milan era quasi imminente. Il Direttore Sportivo dell’Inter, Ausilio, chiarisce il tutto dichiarando: “Jovetic era, è e sarà un calciatore dell’Inter“, chiudendo di fatto ogni possibile discorso per una sua cessione.
Intanto De Boer non inserisce il montenegrino, Joao Mario, Kondogbia e Gabigol nella lista UEFA per la fase a gironi dell’Europa League. Se per gli altri calciatori l’esclusione è da ricercarsi nel Fair Play Finanziario, Jovetic è stato escluso per scelta tecnica, infatti al suo posto il tecnico olandese ha preferito l’oriundo Eder. Persone vicine al montenegrino ci informano che non l’abbia presa particolarmente bene.

Leggi anche:  Conferenza stampa Borussia Mönchengladbach Inter: le parole di Conte e Ranocchia

A.L

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: