Mercato Milan: il peggiore di sempre

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

Mercato Milan

Il mercato Milan dell’estate 2016 è stato il peggiore di sempre. Inutile girarci attorno, questa è la nuda e cruda verità. Possiamo star qui a scrivere di monte ingaggi calato e futuri mercati da protagonista ma la verità è che il mercato di questa estate è stato un vero e proprio disastro. L’emblema del mercato Milan 2016 è l’ “ultimo colpo del condor”: Mati Fernandez. L’ex giocatore della Fiorentina è un buon giocatore ma basta pensare al centrocampo rossonero dell’ultimo scudetto (Seedorf, Pirlo, Van Bommel, Gattuso, Flamini) per mettere un sacco di tristezza ai tifosi milanisti e per far capire quanto siano cambiati i tempi. Solo un illuso poteva pensare che Galliani riuscisse a portare a Milanello un giocatore come Fabregas e infatti alla fine è arrivato Mati Fernandez, che è stato strappato alla concorrenza del Cagliari. L’unico colpo del mercato Milan degno di nota è stato l’acquisto a 9 milioni di Gianluca Lapadula. L’attaccante ha fatto benissimo in serie B con il Pescara e merita un’occasione da protagonista in serie A, l’importante è che gli venga data fiducia. C’è poi la scommessa Mario Pasalic, arrivato il prestito dal Chelsea. Il croato deve ancora affermarsi ma il talento c’è. I tifosi milanisti sperano che l’esperienza di Pasalic con la maglia rossonera sia migliore di quella di Marco Van Ginkel, che giocò in prestito dallo stesso Chelsea nel ’14/’15. Leonel Vangioni a 29 anni è arrivato a parametro zero (ecco la mano del Condor) dal River Plate e sarà facile che nessuno si accorgi di lui come successo in passato con Didac Villa. Il mercato Milan ha portato in mezzo alla difesa Gustavo Gomez per la cifra di 8 milioni. Il centrale ha esordito così così contro il Napoli al San Paolo ma il suo debutto poteva essere decisamente peggiore e di certo non potrà fare peggio dei vari Zapata (altro colpo di Galliani il suo rinnovo a giugno 2016), Alex e Mexes.

Mercato Milan: il capolavoro di Galliani

Ovviamente il sottotitolo è ironico e l’acquisto a cui si riferisce è quello di José Sosa. Alla modica cifra di 7,5 milioni di euro Galliani si è portato a casa un trequartista (ricordiamo che Montella gioca con il 4-3-3) di 31 anni, che in Italia ha già fallito con la maglia del Napoli (stagione ’10/’11) e che in Europa ha giocato solamente un’annata di livello: in Turchia con il Besiktas…. L’unico colpo di Galliani, e qui non scherziamo, è stato quello di portare sulla panchina del Milan Vincenzo Montella. L’ex attaccante è reduce da una metà stagione fallimentare alla guida della Sampdoria ma è impossibile dimenticare quanto di buono fatto sulle panchine di Roma, Catania e Fiorentina e infatti nel precampionato e nelle prime due giornate di serie A sta dimostrando tutto il suo valore visto negli ultimi anni il Milan non aveva mai giocato così bene.

Mercato Milan: senza dimenticare il 2015

E come dimenticare il calciomercato del 2015? L’unico ricco degli ultimi anni rossoneri. Il problema è che Galliani spese malissimo tutti i soli che aveva a disposizione. L’acquisto di Andrea Bertolacci per 20 milioni di euro resta una delle operazioni di mercato più incomprensibili mai fatte. Carlos Bacca fu acquistato per 30 milioni, pagando la clausola rescissoria (e qui non serve essere un mago del calciomercato) mentre per Alessio Romagnoli furono sborsati 25 milioni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: