Calciomercato, le prime mosse di Juve e Milan: a gennaio assalto ai big!

Pubblicato il autore: luca giannuzzi Segui

calciomercato
Mancano ancora tre mesi all’apertura della prossima finestra di calciomercato, ma Juventus e Milan riflettono già sui possibili innesti futuri: dalla Liga alla Bundes, circolano già i primi nomi accostati ai due club .

Protagoniste di un inizio di stagione decisamente positivo, Milan e Juventus guardano già al calciomercato di gennaio, con l’obbiettivo di rinforzarsi e puntare ad ottenere il massimo in ogni competizione. Il dg bianconero Marotta e l’ad Galliani lavorano da settimane sottotraccia per trovare gli elementi giusti da regalare ad Allegri e Montella, nomi tra i quali spiccano quelli di giocatori di livello internazionale.

QUI JUVENTUS: WITSEL PRIMO OBBIETTIVO – Si, è sempre Axel Witsel il nome attorno al quale ruota il mercato della Juventus. I bianconeri l’hanno perso sul gong della scorsa sessione di calciomercato, quando Lucescu ha inspiegabilmente bloccato il trasferimento del belga, nonostante Marotta e lo Zenit avessero trovato l’accordo economico definitivo.
Ecco che Witsel dovrebbe (finalmente) approdare a Torino nella finestra di trasferimenti invernale, andando a colmare il vuoto lasciato da Pogba, mai adeguatamente sostituito da Lemina, Asamoah ed Hernanes.

Nel prossimo mese di gennaio potrebbe esserci anche una mini-rivoluzione nel reparto offensivo juventino, con Mandzukic possibile partente, evidentemente scontento del ruolo da comprimario: al posto del croato potrebbe tornare Zaza, la cui esperienza al West Ham è tutt’altro che positiva, o a sorpresa Coman, il cui rendimento al Bayern è – come dichiarato da Rummenigge – notevolmente calato.

Ultimo nome in orbita Juventus è quello del giovane Betancourt del Boca Juniors, per il quale il club di Agnelli ha strappato una prelazione che probabilmente utilizzerà nei prossimi mesi per portare allo Stadium il talento uruguaiano.

QUI MILAN: IN ATTESA DEL CLOSING, OCCHI SULLA DIFESA – Ci sono pochi dubbi sul futuro del Milan: entro dicembre arriverà l’atteso closing, e dunque il tanto chiacchierato passaggio di proprietà da Berlusconi alla cordata cinese.
Con l’approdo definitivo dei nuovi proprietari, arriveranno nelle casse del Milan la bellezza di 85 milioni di euro, con i quali la dirigenza rossonera potrà aspirare ad una campagna acquisti stellare.

Si prospetta perciò una politica lontana da quella seguita la scorsa estate, dove il calciomercato di Galliani, figlio dell’incertezza, ha portato a San Siro i vari Gomez, Sosa, Fernandez e Lapadula, nessuno dei quali è realmente servito alla causa milanista.
In realtà sono stati i rientri dai prestiti di Suso e Paletta, gli innesti dei primavera Locatelli e Calabria, l’aver trattenuto Bacca e soprattutto l’arrivo del tecnico Montella i migliori acquisti per i rossoneri.

Così a gennaio il Milan potrà davvero puntare in alto, potendo arrivare a giocatori di caratura internazionale, come Diego Godin: il centrale uruguaiano, attualmente all’Atletico Madrid, è il primo nome che circola a Casa Milan, individuato come l’uomo che può definitivamente tamponare le lacune difensive rossonere, oltre a dare la giusta dose di esperienza ad una difesa ad oggi molto giovane.
A Godin si aggiunge il profilo di Musacchio, centrale del Villarreal inseguito in estate e poi mollato dai rossoneri.
Il motivo? Gli spagnoli chiedevano 25 milioni, cifra che a gennaio sarà a portata del Milan: che possa essere lui uno dei colpi invernali?
Al momento i primi obbiettivi riguardano la difesa, ma chissà che Montella non voglia ritoccare anche centrocampo e attacco.

  •   
  •  
  •  
  •