Calciomercato Milan, Romagnoli ancora nei pensieri di Conte. Chelsea pronto a presentare un’offerta monstre?

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Calciomercato Milan, Romagnoli-Chelsea atto secondo, il giovane difensore piace ad Antonio Conte disposto a qualsiasi cosa pur di portarlo a Londra

Romagnoli

Calciomercato Milan, Romagnoli piace a Conte disposto a tutto pur di allenarlo

Ad agosto Antonio Conte ha fatto capire al Milan che Alessio Romagnoli sarebbe stato il difensore ideale per la sua nuova squadra, il Chelsea che, con Abramovic ha presentato alla società di Via Aldo Rossi un’offerta da 40 milioni di euro, offerta però, se pur valutata attentamente, spedita al mittente perché tanto Fininvest quanto la Sino-Europe Sport credono nel giovane difensore ritenendolo un perno fondamentale per la rinascita del Milan, senza dimenticare che la plusvalenza per una sua eventuale cessione sarebbe stata minima.
Tuttavia, Conte non è uno che si da per vinto facilmente e, dopo aver tentanto di strappare Leonardo Bonucci alla Juventus, eccolo nuovamente alla carica per difensore romano.

Novità calciomercato Milan, Romagnoli obiettivo numero 1 di Conte

Antonio Conte vuole a tutti i costi Alessio Romagnoli e, almeno secondo il Daily Express, avrebbe convinto Roman Abramovic ad alzare l’asticella dell’offerta presentata al Milan ad agosto di 40 milioni di euro, portandola a ben 55 milioni di euro. L’offerta, se confermata, sarebbe da capogiro anche se non è detto che la nuova proprietà cinese sia disposta ad accettarla perché la Sino-Europe Sport sta per rilevare il Milan per riportarlo lì dove è stato per anni, sul tetto del Mondo e Romagnoli, classe ’95, è sicuramente un perno fondamentale di quello che potrebbe essere il nuovo volto della rosa rossonera.
Non va, comunque sottovalutato che Abramovic, con il benestare di Conte, potrebbe inserire Fabregas, giocatore tanto stimato da Mirabelli, in un’eventuale offerta.
Al momento siamo solo nel campo dei rumors di mercato con la sola certezza che Romagnoli piace a Conte ma è, allo stesso tempo, un elemento indispensabile per Vincenzo Montella.

  •   
  •  
  •  
  •