Maradona “Io non sarei mai andato alla Juventus”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

maradona2
Diego Armando Maradona, è a Roma, per partecipare alla Partita della Pace, che si terrà mercoledì 12 ottobre allo stadio Olimpico di Roma. Il Pibe de Oro, ieri ha incontrato anche in maniera non casuale, il centravanti polacco del Napoli Arek Milik, dopo la visita a Villa Stuart dal prof. Mariani, che oggi l’opera al ginocchio. I due, hanno mangiato insieme, e Maradona, gli ha augurato anche una pronta guarigione. Intanto, l’asso argentino, ha avuto anche un piccolo riferimento, per il passaggio del Pipita Gonzalo Higuain dal Napoli alla Juventus, caso mediatico del calcio mercato estivo: “Certo, Gonzalo ha le sue responsabilità, ma non bisogna esagerare. Io non sarei mai andato alla Juventus, quando giocavo nel Napoli. Prima di tutto per rispetto dei napoletani, che mi garantivano amore ed affetto in ogni momento. Io lottavo per quella maglia, e non avrei mai indossato la bianconera, che era una rivale diretta nostra. Ricordo che il presidente della Juventus Agnelli, mi amava, ed era disposto a spendere qualsiasi cifra pur di vedermi a Torino. Contattava il nostro presidente Ferlaino, e gli chiedeva di mettere qualsiasi cifra sull’assegno pur di vedermi con la casacca bianconera. Ma io mi sentivo un napoletano. Ed anche ora, io quando torno a Napoli, ho il bisogno di respirare l’aria, devo vivere Napoli. Lì c’è ancora amore. Ormai, da altre parti il calcio è soltanto denaro. Notiamo con gli ingressi dei cinesi, si pensa soltanto al marketing, al business, ed agli incassi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Cosa rischia la Juventus per il caso Suarez: dalla semplice ammenda alla retrocessione