Mercato Inter in fermento: a gennaio sarà rivoluzione

Pubblicato il autore: Susanna Terribile Segui
Appena due settimana fa l’Inter ha blindato Mauro Icardi con un contratto fino al 2020, ma le sanzioni nei confronti del capitano e la sconfitta casalinga contro il Cagliari ha generato una bufera mediatica sul numero nerazzurro. Nel frattempo, il vertice della società pensa al mercato di gennaio.
Probabilmente l’asse Suning-Tohir non ama parlare di “mercato riparatore”, piuttosto di integrazione dell’organico interista. Infatti, la dirigenza ha piena fiducia sia nel tecnico olandese che negli undici titolari, nonostante l’undicesimo posto in classifica a pari punti con il Bologna. Forse la vittoria contro la capolista Juve ha alimentato l’autostima nerazzurra, ma attualmente l’Inter è a meno 10 dal vertice e, di conseguenza, cominciano a riechegiare i primi nomi del mercato di gennaio.

Mercato Inter Kondogbia in partenza. Le prime indiscrezioni non parlano solo degli acquisti, ma anche di trasferimenti esosi. Il diretto interessato è Geoffrey Kondogbia che potrebbe partire per l’Inghilterra e approdare precisamente al Liverpool di Klopp. Nel luglio 2015 l’Inter aveva versato 31 milioni di euro nelle casse francesi del Monaco per aggiudicarsi il giovane centrocampista che però ha un po’ deluso in questi 16 mesi di permanenza milanese. Il prossimo gennaio Geoffrey potrebbe partire per 30 milioni, ma in pochi ci credono. Le parole di De Boer su Kondogbia sono chiare e precise: «è come Pogba!»

Mercato Inter Damian, Lindelöf, Acerbi e Martin Caceres per il reparto difensivo.  darmianAlla luce delle 10 reti subite in questa prima fase di campionato e delle incostanti prestazioni della linea difensiva interista che fatica nella copertura e nelle ripartenze, il diretto sportivo Piero Ausilio pensa ad ingaggiare un ex Juventino che a oggi è completamente svincolato: Martin Caceres. L’uruguaiano potenzierebbe la risalita sulla fascia e l’intera manovra difensiva con i suoi interventi puliti e il suo passo scattante. Il problema però è legato all’attuale condizione fisica di Caceres che arriverebbe sì a parametro zero, ma dopo un lunghissimo infortunio che lo ha tenuto lontano dal terreno di gioco per più di sei mesi. In realtà, l’Inter vorrebbe mettere le mani su un giovanissimo talento svedese, Victor Lindelöf, che milita tra le file del Benfica e che difficilmente potrebbe prendere un aereo per Milano con un’offerta inferiore ai 35 milioni.
La risposta alle necessità difensive nerazzurre potrebbe addirittura essere un ex Milan. Infatti il giocatore maggiormente monitorato dalle delegazioni tecniche interiste è Francesco Acerbi. Oggi è in forze al Sassuolo, ma a gennaio potrebbe vestire la maglia da titolare di una grande squadra. Acerbi ha tutte le caratteristiche del calciatore che arriva a anno nuovo e mette toppe, suture e rammendi ai disastri difensivi della prima fase del campionato: non ha i costi eccessivi delle giovani promesse straniere e viene da un serio impegno con la squadra d Di Francesco con la quale ha collezionato 88 presenze e 8 goal.
Per fronteggiare la faticosissima scalata nerazzurra, la Suning Commerce Group ha promesso l’acquisto di un fuoriclasse come Matteo Darmian. Chissà se il ventiseienne di Legnano, che spopola in Inghilterra con il Manchester United, vorrà lasciare Pogbà, Josè Mourino e il settimo posto della Premier League per tornare nei confini nazionali con la maglia dell’Inter? O forse, i rinforzi all’Inter arriveranno dal Manchester City come dicono i tabloid inglesi che vedono l’argentino Pablo Zabaleta in maglia nerazzurra già da gennaio… Solo l’anno nuovo ce lo dirà, intanto un altro nome per le retrovie è quello di Nelson Cabral Semedo, un terzino destro di origine portoghese che a soli 22 anni è titolare nel Benfica.
Ma le sorprese non sono finite e i talent scout interisti sono come linci che scrutano il panorama del calcio mondiale in cerca di talenti sui quali investire e di top player disposti ad aiutare De Boer a raggiungere almeno la “zona Europa”.

Leggi anche:  Panchina Inter: Antonio Conte sempre più in bilico, Marotta come traghettatore pensa ad un ex nerazzurro
Mercato Inter solo top player per Suning
A quanto pare, i proprietari vogliono solo giocatori di rango per portare la squadra ad alti traguardi internazionali, di conseguenza i bookmaker annoverano nomi di prestigio tra le possibili stelle in arrivo. Mauro Icardi, come già detto, ha firmato fino al 2020, ma il rigore sbagliato contro il Cagliari lo ha gettato nello sconforto tipico dell’atleta sul quale si appoggia l’intero team. Il povero Mauro è al centro di un’aspra polemica, (quasi) tutti sperano nella sua permanenza all’Inter, ma intanto i giocatori promessi per il reparto offensivo sono di livello internazionale e, a essere sinceri, sembrano più nomi sparati qua e là dalla dirigenza cinese, piuttosto che concrete mire di mercato.
Stando alle parole del delegato Suning, a breve Domenico Berardi saluterà Eusebio Di Francesco e il Mapei Stadium per allenarsi al centro di Appiano Gentile. Poi si parla di una stellina ventiquattrenne del River Plate, Lucas Alario,ma tecnicamente sembra troppo simile all’insostituibile Icardi. Un altro attaccante preso in considerazione è  Roger Martinez, colombiano classe 1994 dalle prestazioni eccezionali che milita nello Jiangsu Sainty (la squadra di calcio di Nanchino posseduta dagli stessi investitori Suning), di conseguenza le procedure di trasferimento sarebbero assai agili.
Quindi, per ora si pensa a rimarginare gli strappi della difesa e a potenziare l’attacco senza spendere una fortuna, poi, a giugno, i vertici nerazzurri provvederanno a rifornire lo spogliatoio del Meazza di talenti assoluti che valgono tanto oro quanto pesano. I nomi sono stellari e, ad essere sinceri, fanno pensare che non basteranno quattro Juventus per contrastarli, il gruppo Suning dice che nell’estate 2017 almeno uno tra Suarez, James Rodriguez e Aguero sarà interista
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: