Calciomercato Manchester, da Schweinsteiger a Touré: la differenza tra Mourinho e Guardiola

Pubblicato il autore: Alessandro Basta

calciomercato juventus schweinsteiger

Nel pieno della stagione 2016-17, il calciomercato non finisce mai in quel di Manchester. L’ampiezza della rosa ha garantito a José Mourinho e Pep Guardiola un ampio ventaglio di scelte soprattutto a centrocampo. Alcuni sacrifici non sono costati cari ai tecnici, nonostante la classifica del Manchester United non sia quella auspicata prima dell’inizio del campionato a dispetto di un mercato estivo top in Europa. Inutile girarci intorno: i casi Bastian Schweinsteiger e Yaya Touré sono rimasti sullo sfondo nell’inizio di stagione, molto diverso, dei due club inglesi. Analizziamo singolarmente, mettendo in evidenza i diversi comportamenti, ad oggi, di Mourinho e Guardiola.

Calciomercato Manchester, Schweinsteiger fatto fuori da Mourinho

Nella parte rossa di Manchester il caso Schweinsteiger, soprattutto in estate, ha attirato l’attenzione dei supporters e della stampa inglese e internazionale. Il centrocampista tedesco è stato escluso in ogni occasione da José Mourinho, incurante nell’esperienza e delle indubbie qualità di leadership e tecniche dell’ex calciatore del Bayern Monaco, campione del Mondo con la Germania. L’uomo di van Gaal non ha avuto neanche l’opportunità di allenarsi con i compagni della prima squadra o di proporsi come uomo importante nello scacchiere del tecnico portoghese. Anche stasera, nella gara di EFL Cup, nonostante le indiscrezioni prepartita proponessero il centrocampista nell’undici che avrebbe affrontato il West Ham, Mourinho ha deciso di escludere, almeno dal primo minuto, l’ex Bayern Monaco, puntando anche in quest’occasione su Carrick e Herrera. Intanto il mercato di gennaio si avvicina e dopo le parole al veleno dei mesi passati e il minutaggio inesistente, il destino di Schweinsteiger sembra già essere scritto: troverà una nuova destinazione interrompendo la sua avventura in Red Devils?

Leggi anche:  L'Inter riscatta il centrocampista: ecco il prezzo

Calciomercato Manchester, Yaya Tourè ritrova il campo: ma che fatica!

Diversa la storia che stiamo raccontando nelle ultime due settimane e che ha visto protagonisti Yaya Touré e il Manchester City di Guardiola. Il tecnico ex Barcellona, dopo le parole concilianti della scorsa estate, ha, invece, deciso di estromettere il campione ivoriano dai suoi progetti. L’agente del calciatore, Dimitri Seluk, ha poi sparato a zero su Guardiola, segnando la fine della storia di gol, assist e vittorie del centrocampista al Manchester City. O almeno così si pensava. Due settimane fa, infatti, è arrivata l’ambita ricomposizione che ha fatto felici tecnico, calciatori e tifosi: quasi a sorpresa, Touré è tornato in campo e da assoluto protagonista realizzando una grande doppietta. Una settimana dopo, il pupillo di Roberto Mancini, protagonista dei rumors di mercato negli ultimi due anni, è stato nuovamente schierato dal tecnico, garantendo nuovamente grande qualità e fisicità alla manovra. La posizione scelta da Guardiola per il suo calciatore denota, inoltre, tutta la fiducia che il tecnico ripone nel suo numero 42: Touré è stato schierato nel cuore del centrocampo, in modo da diventare decisivo negli ultimi metri e in zona gol, libero dagli affanni difensivi.

Leggi anche:  Kaio Jorge potrebbe rinascere grazie a Ronaldo

I differenti modi di affrontare due situazioni in partenza simili rispecchiano l’animo e il modo di allenare di Mourinho e Guardiola. E’ difficile dall’esterno analizzare i comportamenti di Schweinsteiger e Touré, ma è possibile, da amanti del calcio, sperare in una ricompisizione tra il tedesco e Mourinho, come avvenuto dall’altra sponda di Manchester?

  •   
  •  
  •  
  •