Calciomercato Milan – I tifosi rossoneri tremano: Donnarumma potrebbe andar via a parametro zero!

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro

Donnarumma_zero
Che abbia un futuro radioso è sicuro! A diciassette anni è titolare inamovibile in una delle squadre più blasonate del mondo, è secondo nella Nazionale italiana alle spalle del monumento Buffon. E poi …. ha veramente talento!
Questo è Gigio Donnarumma, nato a Castellammare di Stabia, il 25 febbraio del 1999, portiere titolare del Milan.
I tifosi rossoneri sono felici che quello che sembra destinato a diventare uno dei migliori portieri al mondo, se non il migliore, vesta la maglia del Milan, ma tremano per l’intrigo internazionale che sembra stia prendendo corpo attorno al loro beniamino.
Il fatto che il procuratore di Donnarumma sia Mino Raiola acuisce le paure.
Sanno benissimo i tifosi rossoneri che Mino Raiola è stato l’artefice nel 2012 del trasferimento a parametro zero dal Manchester United alla Juventus di Paul Pogba. Ed è stato ancora Mino Raiola ad orchestrare il ritorno quest’anno del giocatore francese al Manchester United per una cifra superiore ai 100 milioni di euro.

Leggi anche:  Milan, dubbi sulla mancata cessione a Investcorp: "Avremmo investito 200-300 mln sul mercato"

Donnarumma potrebbe andar via a parametro zero

In atto Donnarumma è legato al Milan con un contratto che scade il 30 giugno 2018 per un ingaggio di 175.000 euro all’anno (fonte “Corriere dello Sport”). Tra il giocatore ed il Milan c’è una sorta di patto/promessa che il contratto sarebbe aumentato ad un milione di euro e prolungato fino al 2019. Ma la società rossonera non ha finora ufficializzato l’impegno e la paura che le strade tra il Milan e Donnarumma divergano attanaglia i tifosi.
Se poi la Juventus è uscita allo scoperto manifestando per bocca dell’ad Beppe Marotta l’interesse dei bianconeri per Donnarumma, lo scenario diventa ancora più intrigato. Ma la Juventus non è lunica società sulle piste del giovanissimo portiere. Grandi club europei, con Chelsea e Manchester City in capo, sembrano osservare la scena con finto distacco, prontissimi a sferrare l’attacco nel momento opportuno.
Le dichiarazioni di Donnarumma, che si è detto tifoso del Milan, non acquietano le ansie dei supporters rossoneri: “Io erede di Buffon alla Juve e in Nazionale? Spero di esserlo in Nazionale, per il resto vedremo. Sono già in un top club per il quale tifo da sempre”, queste le parole del numero 99 rossonero dette ai microfoni Rai.
La dirigenza del Milan deve essere brava a gestire la situazione, proponendo immediatamente a Donnarumma un nuovo contratto possibilmente con un vincolo di lunga durata, in attesa che si scateni un’asta che farebbe principalmente felice Mino Raiola, che furbescamente continua a tessere le lodi del suo assistito e che intervistato dal “Corriere dello Sport” ha detto di lui: “Avrà un grande futuro, di questo potete essere certi perché è un ragazzo molto intelligente, rispettoso, equilibrato, umile al punto giusto e soprattutto un gran lavoratore. Lui sa dove vuole arrivare”.
Conforta i tifosi del “diavolo” l’intenzione sbandierata dai rappresentati del gruppo cinese prossimo proprietario della società di Via Aldo Rossi di fare di Donnarumma la bandiera rossonera.
Vincenzino Montella, che nel suo Milan ha privilegiato con ottimi risultati la linea verde, resta a guardare da spettatore. Anche perché in questo momento di pensieri ne ha parecchi: deve preparare il derby contro l’Inter improvvisamente gasata dall’avvento in panchina di Stefano Pioli.

  •   
  •  
  •  
  •